Il ponte di Calvene

Non ne potevano più gli abitanti delle contrade di Magan, Pralunghi e Chiossi. Caduto il vecchio ponte di legno, dovevano attraversare a guado saltando da un sasso all’altro oppure arrivare fino al ponte di Lugo per poi tornare lì di fronte dopo un giro di 6 chilometri.
Fu allora che l’amministrazione di un piccolo comune di 1.500 abitanti decise di fare una spesa straordinaria per ricostruire il ponte. Non sapeva che quello sarebbe diventato il primo ponte in cemento armato d’Italia.