Accogliamo le Idee

cultura e società

Il nome dei monti

Quando nascono i nomi dei monti? Un tempo il monte Summano aveva proprio questo nome? Una passeggiata nella storia della frequentazione umana sulle montagne.

Annunci
11 agosto 2019 · Lascia un commento

La Villa di Luigi e Adele

Quando vide il disegno dell’ing. Letter, Luigi Cercenà capì subito che si trattava di qualcosa di più di una “casa dignitosa”, era una vera e propria villa.
Sarebbe diventata nota come Villa Cercenà a Rocchette.

16 giugno 2019 · 1 Commento

La qualità dell’aria

Nonostante vari allarmi rispetto ai primi anni duemila la qualità dell’aria sembra migliorata.
Tuttavia le indagini non erano complete.
Ora abbiamo nuovi strumenti per un’indagine più capillare e più continuativa.

28 Mag 2019 · Lascia un commento

Storia di una casa

Nel 1888 venne costruita quella casa grande destinata a ospitare la fabbrica di birra di via Vignola. In quelle stanze si sono alternati operai, mastri birrai, giovani vedove, bambini e perfino conigli.

11 Mag 2019 · 1 Commento

Le botteghe di Piovene

Alla metà del XIX secolo Piovene era un piccolo insignificante paese, apparentemente uguale ai molti altri che popolavano l’alto vicentino.
Eppure nel 1850 mostrava un numero di botteghe 5 volte superiore a quello di altri paesi più grandi.
Breve viaggio alla scoperta del passato.

10 marzo 2019 · 2 commenti

Il museo della pietra e della terra

Luciano mi parla di minerali per la produzione e minerali estetici, mi racconta della marcasite trovata scavando il tunnel che unisce Schio e Valdagno, dei cristalli sintetici come quelli per produrre il verderame, un tempo antiparassitario per eccellenza.

Una visita al Museo geomineralogico e del Caolino di Schio

2 marzo 2019 · 1 Commento

La spada e la scimitarra

Durante la demolizione di Villa Benetti la ruspa si ferma su una lastra di sasso, spostata la quale si trova un baule. La lastra è stata posta molto tempo prima quando vennero posate le prime pietre. La scena si sposta al XII secolo quando le bande comandate da Ecelino incendiano il paese di Piovene e poi nell’antica Palestina.
Un romanzo storico di Renzo Deganello.

16 febbraio 2019 · Lascia un commento

La pietra e la terra 2

“La notte di S. Gio Batta si posero a sedere e quando fu mezza notte videro fiorire due volte la vena con vampe turchine”.
Riconoscere la presenza di vene preziose nel ventre delle montagne ha qualcosa di prodigioso per questo si parla di un viandante o forse un accattone o forse un frate che, vestito di cenci, con il bastone indicò una vena preziosa sotto il terreno, ma non venne creduto.
Parliamo dell’industria mineraria nell’alto vicentino e sul Tretto e di come la ricerca di argento fu sostituita dall’estrazione di caolino.

9 febbraio 2019 · 2 commenti

Mobilità del futuro

L’avvento dell’automobile, a partire dagli anni ’50 del novecento, ha cambiato completamente regole di crescita delle città. Oltre mezzo secolo di sviluppo basato sull’automobile hanno modificato profondamente il paesaggio e la qualità dell’ambiente. Oggi ne vediamo i limiti. Tuttavia l’automobile non ha ancora dismesso il suo ruolo.
Come sta cambiando l’automobile? Un articolo di Marco Casalini

2 febbraio 2019 · 2 commenti

Il Summano non è un vulcano

Giudicare un monte dalla forma è come giudicare un uomo dal colore della pelle.
Così nel passato si è pensato che il monte Summano fosse un vulcano perché “somigliava” a un vulcano.
Un articolo di Dario Zampieri sull’origine geologica del monte Summano.

26 gennaio 2019 · 3 commenti

La pietra e la terra

Miniere d’argento e cave di caolino. L’estrazione mineraria nell’alto vicentino.

19 gennaio 2019 · 2 commenti

Il cholera a Thiene

Nell’estate del 1855 il colera faceva talmente tanti morti che dovevano essere seppelliti esclusivamente nelle ore notturne, talvolta con un funerale collettivo, mentre la gente temeva il contagio e i becchini erano pieni grappa.
Uno studio di Piergiuseppe Dal Santo apre un’interessante squarcio sulla società di Thiene alla età dell’ottocento.

22 dicembre 2018 · 3 commenti

Ai tempi del cholera

Partì dal golfo del Bengala nel 1817 e marciò al ritmo di quasi 1.000 chilometri all’anno. Era l’epidemia di colera che si diffuse in due continenti e 20 anni dopo la partenza arrivò anche nel Vicentino.
Uno studio di Piergiuseppe Dal Santo

8 dicembre 2018 · 1 Commento

Lo sguardo di Lina

Tutto comincia con un’amicizia, tra Angela (Lina) e Silvana e con quella valigia piena di rullini. È stata Lina a consegnarla all’amica e forse quella valigia è rimasta a lungo … Continua a leggere

24 novembre 2018 · Lascia un commento

Produzione di cemento e cambiamento climatico

Quando si parla di cementificazione si pensa all’impatto sul cambiamento climatico dovuto all’impermeabilizzazione di grandi quantità di suoli. Non tutti conoscono però l’impatto del cemento sul clima già nella fase di produzione.
Un articolo del prof. Dario Zampieri.

17 novembre 2018 · 1 Commento

Pulizie d’autunno

La storia nasce dalla visita all’Arsenale della Pace di Torino. Da lì è sorta la domanda: cosa posso fare io per gli altri?. Per esempio tenere puliti gli spazi pubblici in modo che sia più facile incontrarsi.

10 novembre 2018 · 2 commenti

Il peso dell’aria (2)

Dove si concentra l’aria più inquinata dell’alto vicentino?
È vero che il traffico domenicale aumenta l’inquinamento dell’aria?

Mettendo assieme le indagini sulla qualità dell’aria emergono risultati sorprendenti.

3 novembre 2018 · 1 Commento

Il peso dell’aria (1)

Quanto pesa l’aria? Poco più di 1 kg al mc.
Oggi siamo arrivati al punto da poter misurare porzioni infinitesime di polveri disperse nell’aria in quantità così piccole che volteggiano faticando a posarsi. Pesando queste polveri misuriamo l’inquinamento. Un’indagine sull’aria di Piovene Rocchette

27 ottobre 2018 · 4 commenti

La grande dissonanza

È più legato al passato chi si oppone ad opere di impatto esorbitante oppure chi vuole costruirle?

Una riflessione del prof. Dario Zampieri sui limiti dello sviluppo e i cambiamenti climatici.

13 ottobre 2018 · Lascia un commento

Tutela del suolo e legislazione

Il Consumo del Suolo nel Veneto e l’insufficienza della legge “contro” il consumo di suolo.
Quarta e ultima puntata dello scritto di Dante Schiavon.

6 ottobre 2018 · 1 Commento

Bombe d’acqua e falde asciutte

Aria, acqua, terra, produzione agricola.
Il Consumo del Suolo nel Veneto e le sue implicazioni in uno scritto di Dante Schiavon.
Terza puntata.

30 settembre 2018 · 2 commenti

I costi del consumo di suolo

Il Consumo del Suolo nel Veneto e le sue implicazioni in uno scritto di Dante Schiavon.
Seconda puntata.

22 settembre 2018 · 3 commenti

Il consumo di suolo nel Veneto

Il Consumo del Suolo nel Veneto e le sue implicazioni in uno scritto di Dante Schiavon.
Prima puntata.

15 settembre 2018 · 3 commenti

L’igiene della città

Quando venne la moda della pulizia le case provvidero a trasferire sul terrazzo la latrina che si trovava in cortile.
Intanto nella città cominciarono a diffondersi i vespasiani e negli angoli delle case comparvero delle strane pietre tonde …

25 agosto 2018 · 3 commenti

La puzza della città

A Ulm le strade erano così sporche e piene di liquami che la gente prese a muoversi con i trampoli. A Roma dopo il mercato le piazze erano talmente ingombre che si chiamavano i porcai e le mandrie di maiali provvedevano alla pulizia. A Londra l’estate del 1858 venne ricordata come “the great stink” ovvero …

4 agosto 2018 · 2 commenti

La guerra di Piero

La prima guerra mondiale sui monti vicentini vissuta da un protagonista del Novecento: Piero Calamandrei.
Un libro e una rara collezione di immagini.

21 luglio 2018 · 17 commenti

Il futuro dello sviluppo

Si possono ancora costruire case come 50 anni fa? E allo stesso modo si possono ancora asfaltare campi per costruire capannoni? E si può ancora sacrificare terreno fertile?
Vediamo cos’è cambiato e in che direzione ci stiamo muovendo.

14 luglio 2018 · 1 Commento

Ponte Pilo (2)

Non solo collegamento indispensabile tra la pianura e l’Altopiano dei Cimbri, ponte Pilo divenne anche collegamento tra gli stabilimenti Lanerossi ubicati nelle due sponde del torrente.
Durante l’ultima guerra divenne strategico per proteggere la ritirata tedesca e così …

30 giugno 2018 · 10 commenti

Ponte Pilo (1)

Erano chiamate le “terre dei Cimbri” e sul lato occidentale avevano una strada impervia che conduceva al piano.
Arrivati alle campagne di fondovalle il torrente Astico aveva scavato una incisione così profonda da rendere difficile l’attraversamento.
Così già dal XIV secolo …

23 giugno 2018 · 3 commenti

L’acqua dell’Astico

“Leogra, Timonchio, Astico spaventosi. Distrutti fabbricati, ponti, difese. Danni centinaia di mila lire”. Con questo telegramma viene diramato l’allarme il quel settembre del 1882 quando l’acqua pareva non volersi fermare.

9 giugno 2018 · Lascia un commento
Annunci