Home

Dopo vent’anni che se ne parla siamo tornati da capo, il traffico non è stato eliminato e chi vive lungo le strade più trafficate si rassegna: auto e camion continuano a passare sulle stesse strade di allora.

Si vive male: chiudi il cancello e devi stare attento al camion che ti sfiora, se hai un bambino devi tenerlo stretto perché se si sposta di 50 cm potrebbe finire in strada, per non dire quando devi uscire in strada con l’auto …

Parliamo dunque delle strade provinciali e di chi ci vive, prendiamo in esame un tratto di 2 km che attraversa Piovene.

I numeri

Numeri ufficiali non ce ne sono o almeno non ne abbiamo trovati. Da un’indagine artigianale per via Rossi-Roma-Trieste passano circa 16.000 veicoli al giorno, 1.600 nell’ora di punta (27 al minuto). Per fare un paragone a Schio in via SS. Trinità nell’ora di punta passano circa 1.900 veicoli (1). Il traffico è paragonabile ma quello che passa per Piovene sembra più pesante .

Perché?

Andiamo a vedere questa tavola.

Piovene marciapiedi SP

Dalla rotonda del Bivio alla fermata delle corriere a Rocchette le strade provinciali (ex statali) attraversano l’abitato di Piovene per una lunghezza di 2 km. Una buona vivibilità potrebbe essere assicurata dalla presenza di marciapiedi su ambedue i lati della strada, quindi dovrebbero essere presenti marciapiedi per una lunghezza di 4 km. Andiamo a fare qualche misura.

tabella

In sintesi vi sono marciapiedi per un terzo della misura necessaria e, per di più, metà dei marciapiedi è di larghezza insufficiente.

Dato che ai lati delle strade provinciali vive una fetta consistente di cittadini, occorre trovare un modo per consentire la libera circolazione di utenze più propriamente cittadine (pedoni e ciclisti) e questo avviene realizzando dei percorsi sicuri per loro (marciapiedi e attraversamenti pedonali). Realizzare rotonde serve a fluidificare il traffico, cioé agevola gli automobilisti. Ha anche il vantaggio di ridurre l’inquinamento da auto ferme. Ma così facendo si risolve solo metà del problema, manca l’altra metà.

 

Come migliorare le condizioni di chi abita lungo la strada provinciale?

Verso una mobilità sostenibile

Per migliorare le condizioni di vivibilità delle persone è necessario agire su vari fattori

  1. realizzare percorsi pedonali
  2. facilitare l’attraversamento delle strade provinciali
  3. moderare il traffico

1_E’ urgente realizzare  dei percorsi che consentano la vivibilità dei residenti che hanno la fortuna/disgrazia di vivere lungo le strade provinciali. La statistica sopra riportata indica che manca il 68% dei percorsi. I marciapiedi troppo stretti vanno allargati, non è possibile che, se si incrociano due persone, una debba scendere in strada per lasciar passare l’altra. I marciapiedi mancanti vanno realizzati. E’ un vantaggio per i residenti e anche per le attività commerciali che si possa tranquillamente circolare a piedi per andare a prendere una lampadina o un caffè, pagare l’assicurazione o vedere una vetrina.

2_ Dev’essere possibile attraversare la strada in sicurezza, oggi gli attraversamenti pedonali sono mal segnalati, mal ubicati, poco illuminati. Eppure basterebbe guardare cosa si fa negli altri comuni  (2)(Vedi foto).

Confronto

vignettaLa sicurezza è in funzione della possibilità di vedere l’attraversamento da distanza adeguata, anche se si guida dietro un camion, anche se piove, anche se è notte. Fondamentale è la segnaletica, l’ubicazione degli attraversamenti, la possibilità di spezzare l’attraversamento realizzando una sosta protetta a metà. L’intervento non è né costoso  né complicato, va affrontato in modo organico: tutti gli attraversamenti devono avere un fondo colorato che inizi prima e dopo, segnali stradali devono preannunciare l’attraversamento e indurre i guidatori alla prudenza; i principali attraversamenti devono essere appositamente illuminati. Ove possibile la chiamata semaforica pedonale consente un attraversamento in grande sicurezza.

autoveloce3_ La moderazione del traffico è un sottoprodotto degli interventi precedenti,  facendo vedere agli automobilisti che quel tratto di strada è da condividere con altre utenze: i residenti. Spartitraffico, marciapiedi, restringimento delle corsie se e ove possibile, segnaletica sono tutti mezzi per moderare il traffico e sollecitare il rispetto delle regole.  Se non si può ridurre il numero di veicoli circolanti è possibile ridurre l’inquinamento facendo rispettare la velocità. Come ha ricordato un intervento nel blog, l’inquinamento aumenta col quadrato della velocità. Questo vuol dire che l’inquinamento prodotto da un veicolo a 50 km/ora è la metà di un veicolo che va a 70 km/ora.

In fondo a chi passa si chiede solo di rispettare il codice della strada: non superare i 50 km/ora e dare la precedenza ai pedoni che attraversano sulle strisce.

Come mai non lo si è fatto prima? Forse si sono guardate le cose solo con gli occhi del guidatore, è il momento di vederle anche con altri occhi.

 

(1) Indagine effettuata prima della realizzazione della circonvallazione tra SS. Trinità e il palazzetto dello sport
(2) Anche a Piovene ci sono degli attraversamenti pedonali con fondo colorato. Non si capisce perché sono così pochi, così poco segnalati e perché il fondo colorato sia così poco esteso.

 

Altri articoli attinenti

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/01/21/attivita-economiche-e-viabilita/

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/01/15/abitare-al-grumello/

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2013/12/19/viabilita-e-traffico-4-una-nuova-tangenziale/

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2013/12/17/viabilita-e-traffico-2-lautostrada/

Annunci

5 thoughts on “Vivere lungo una strada trafficata

  1. Pingback: Tragiche strade | Accogliamo le Idee

  2. Pingback: ALI: il risultato di un esperimento | Accogliamo le Idee

  3. Pingback: Commenti | Accogliamo le Idee

  4. Pingback: Riunione pubblica del 28 febbraio | Accogliamo le Idee

  5. Pingback: Commenti | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...