Home

pennaNome: pragmatico
E-mail: schifezze@alice.it
Commentare: Ammesso e non concesso che le vostre proposte siano migliori e attuabili (cosa di cui dubito), si ripropone il teorema tipicamente comunista di gettare fango sugli altri senza un confronto diretto.
Quali servizi troverebbero sede nella palazzina dei vecchi bagni pubblici? E quali nell’altro fabbricato? Dove verrebbero trasferite le associazioni che da anni hanno lì la loro sede? Quali sono gli interventi necessari per riadattare i due fabbricati e con quale spesa?
Gli appartamenti dell’ospizio: nel caso in cui gli anziani avessero bisogno di un trasferimento d’urgenza con ambulanza, gli appartamenti secondo voi sono facilmente raggiungibili dai mezzi di soccorso?
A causa della pavimentazione (il ciottolato) non credo siano raggiungibili in sicurezza dagli anziani. Ho l’impressione che voi quella scalinata non l’abbiate mai percorsa, come se non abitaste a Piovene (del resto il dott. Pronte si è accorto che Piovene esiste solo quando hanno pensato di prolungare l’autostrada, fino ad allora dove stava? Per non si è interessato prima dei problemi del paese?).
Inoltre, vista la loro dislocazione, c’è il rischio per l’anziano di una acuizione della sensazione di abbandono.

Ora:  19 aprile 2014 asabatoSaturdayUTCoSat, 19 Apr 2014 12:17:48 +0000UTC 12:17
Indirizzo IP:  151.49.174.252
URL modulo di contatto:  https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/04/19/famiglia-e-anziani-centro-polivalente/
Inviato da un visitatore non verificato sul tuo sito.

_______________________________________

Se questo è un tentativo di discutere i problemi del paese ben venga (facciamo la tara alle offese gratuite che poco servono per risolvere i problemi).

Nessuno ha la soluzione in tasca tanto è vero che nell’articolo diciamo in modo chiaro:

Può darsi che l’attuale amministrazione abbia fatto una scelta ponderata soppesando i vari aspetti. Crediamo che sarebbe utile fare chiarezza e un’amministrazione dovrebbe tenere informati i cittadini delle proprie scelte, promuovere la discussione e la partecipazione“.

Per avere una soluzione in tasca bisognerebbe aver potuto valutare in modo approfondito le varie soluzioni, ad esempio bisognerebbe poter valutare le carenze dell’attuale centro degli anziani, vedere se quaello che manca può essere trovato nelle sedi attigue già di proprietà del comune, fare un preventivo sommario dei costi e fare un elenco dei benefici attesi.

Fatto questo, occorrerebbe confrontare costi e benefici di questa soluzione con costi e benefici dell’alternativa (ovvero un centro polivalente nuovo con molti vantaggi: più grande, moderno, attrezzato, ecc. ma con due svantaggi 1-il costo imponente per le finanze comunali,1/3 del bilancio annuale 2-la posizione meno ottimale per gli ospiti). Il confronto fra costi e benefici dovrebbe essere fatto con la possibilità di discutere pubblicamente le alternative, dopo opportuna informazione.

Quando le risorse sono scarse dovrebbe essere un obbligo affrontare i problemi approntando almeno due alternative esaminandone costi e benefici e poi scegliendo quella più adatta per i nostri bisogni e per le nostre finanze. Un metodo di lavoro pulito, trasparente, basato sulla partecipazione e sulla discussione tranquilla con i cittadini porterebbe a fare scelte che possono essere accettabili per la popolazione.

Noi di Accogliamo Le Idee non intendiamo rifiutare un progetto solo perché proposto dai sigg. Colman, Masero, Radere e, se le proposte avanzate risultassero convincenti, le appoggeremmo. Tuttavia il progetto, così com’è partito risulta poco convincente e c’è il rischio concreto di un buco nell’acqua.

Sig. Pragmatico ci aiuti a capire: quali sono vantaggi e svantaggi della costruzione del centro polivalente in via Trento? Avete esaminato l’alternativa ovvero “Quali servizi troverebbero sede nella palazzina dei vecchi bagni pubblici? E quali nell’altro fabbricato? Dove verrebbero trasferite le associazioni che da anni hanno lì la loro sede? Quali sono gli interventi necessari per riadattare i due fabbricati e con quale spesa?” Se avete esaminato questa alternativa ci potete mandare una scheda con relazione e ipotesi di spesa? Se non l’avete fatto, neppure voi sapete se questa alternativa è credibile o meno.

Ringraziamo comunque per il tentativo di discussione sui temi del paese, da mesi stiamo incontrando persone e associazioni di Piovene Rocchette e ora abbiamo finalmente incontrato (virtualmente) il sig. Pragmatico. Discutiamo volentieri anche con Lei

Accogliamo Le Idee

Annunci

3 thoughts on “Commenti

  1. Ecco che si ripropone il teorema “chi non è con noi è meno di noi” e mi riferisco al commento pubblicato su Facebook secondo il quale io sarei grezzo.
    Sarà questo il vostro modo di amministrare Piovene Rocchette? Mettendo alla berlina chi esprime la propria opinione? Questo vuol dire che non darete spazio alla minoranza con grave danno alla democrazia.
    Se prima ero possibilista sulla fatto di accordarvi il mio voto, nonostante siate molto acerbi sul fronte della gestione della cosa pubblica e abbiate scarsa conoscenza di come funziona una pubblica amministrazione, ora sono convinto che non ve lo darò e cercherò di convincere anche gli altri a non darlo.
    Dio ce ne scampi e liberi da gente come voi.

    Mi piace

  2. Io pongo solo i miei dubbi in merito alle vostre proposte per sondare se possano essere realizzabili o se sia solo populismo sterile. Non vorrei sprecare il mio voto che ha poco senso pratico, che è quello che alla fine conta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...