Home

LA BRETELLA

Dopo 15 anni di polemiche e di proteste, nel 2003 viene firmato il progetto preliminare di una bretella da Arsiero a Piovene.

E’ un risultato storico perché finalmente mette d’accordo un’infinità di enti diversi:

  • la provincia di Vicenza
  • la CCIAA di Vicenza
  • il Comune di Cogollo d.C.
  • il Comune di Piovene Rocchette
  • il Comune di Velo d’Astico
  • la Comunità montana Leogra-Timonchio
  • la Comunità montana Alto Astico-Posina
  • il Forum degli interessi di Schio
  • SpA Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova

Si pensa che finalmente, messo a punto l’aspetto burocratico, i lavori possano iniziare.

Piovene è cosparsa di lenzuoli: BRETELLA SUBITO.

Sui giornali si comincia a parlarne sempre meno.

  • vento2il Giornale di Vicenza del 29/3/2005 riporta un’intervista dell’ass. Ciambetti che garantisce l’inizio dei lavori della bretella entro il 2008
  • il Giornale di Vicenza del 5/8/2005 intervista l’ing. Perotti della società Autostrade: afferma che il progetto definitivo “è in fase avanzata

Dopo di allora del problema non si parla più, i lenzuoli sono stinti o strappati dal vento.

L’AUTOSTRADA

Nel 2012 un grande annuncio: SI FARA’ L’AUTOSTRADA. I giornali si riempiono di titoli entusiastici.

Poi lo stop: Trento non la vuole.

Colpo di scena: nell’aprile 2013 il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) approva il tratto solo nel territorio vicentino, ovvero uno stralcio fino a Pedemonte. Poi si scopre che l’approvazione è subordinata al fatto che entro il 30 giugno 2013 venga presentato il progetto completo (fino a Trento).

Il 30 giugno 2013 non viene presentato il progetto completo perché Trento continua a non volerla. Dobbiamo aspettare, dice Schneck, Trento va alle elezioni in ottobre, dopo le elezioni risolveremo tutto.

Ottobre 2013 A Trento le elezioni sono vinte da Rossi che si dichiara contrario all’autostrada.

 Il ministro dei Lavori Pubblici Lupi chiede all’Europa una proroga di due anni, giusto il tempo di convincere Trento.

Il ministro dei LLPP Lupi dà un ultimatum a Trento: o accetta l’autostrada o decide lui (a favore si presuppone).

Sui giornali si ventila l’ipotesi di fare un’unica società autostradale che comprenda la Brescia Padova e l’Autobrennero. In questo modo anche Trento sarebbe accontentata.

Sui giornali compare l’ipotesi che Autobrennero si fonda con la società autostradale Centro Padana facendo a meno della Brescia Padova. I parlamentari vicentini insorgono: è contro la legge.

Tosi (sindaco di Verona e presidente di una delle società legate alla concessionaria autostradale) va a Trento a mediare. Nulla di fatto, ma si continua a sperare.

Il ministro dei LLPP Lupi dà un secondo ultimatum a Trento

…..

COSA C’ENTRA TUTTO QUESTO CON PIOVENE ROCCHETTE?

NIENTE

E adesso cosa succederà?

  • Approveranno il progetto dell’autostrada e poi la costruiranno?
  • Approveranno il progetto dell’autostrada e poi NON la costruiranno?
  • Non approveranno il progetto dell’autostrada?

Una cosa è certa: Piovene Rocchette non interessa a nessuno e, qualunque cosa facciano, non la faranno per risolvere i problemi di casa nostra.

 

A noi però i problemi del traffico interessano (e come!) e non vogliamo aspettare altri 20 anni

Tutto questo nella terza intervista al Candidato Sindaco Renzo Priante.

 

 

Di traffico e viabilità abbiamo parlato anche qui

 

 PS. Se l’autostrada venisse approvata domani, quando verrà costruita? Prima o dopo il 2030?

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...