Home

stemma PiovenePremessa

Pubblico folto nella sala consigliare e nell’atrio del Municipio, molte persone volevano assistere all’inizio di una nuova amministrazione, vedere le persone, riconoscerne i volti, ascoltare le parole, valutare i programmi per vedere se il futuro sarà un futuro di risse o di dialogo, se dobbiamo attenderci contrapposizione tra posizioni inconciliabili o collaborazione.

La nuova Amministrazione

Il Consiglio ha comportato la lettura dei risultati delle votazioni che hanno assegnato il primato alla lista NOI CON VOI PER PIOVENE ROCCHETTE.

Il Sindaco designato è Erminio Masero che ha provveduto a giurare diventando così formalmente Sindaco.

Il Sindaco ha presentato i membri della giunta comunale che sono:

  • LONGHI Cristina vicesindaco – assessore sociale – lavoro – famiglia – anziani – giovani – pari opportunità – rapporti con ULSS 4
  • BERTOLLO Maurizio assessore lavori pubblici – viabilità
  • PEROTTO Sonia assessore ambiente – territorio – protezione civile – sicurezza del cittadino
  • BORTOLOSO Gastone assessore cultura – istruzione e formazione

I consiglieri eletti sono.

Noi con Voi per Piovene Rocchette“: Cristina LONGHI, Maurizio BERTOLLO, Sonia PEROTTO, Gastone BORTOLOSO, Roberto DE LUCA, Giancarlo MILAN, Giampietro TOMIELLO, Enrich DE ROSSO.

consiglieri di minoranza

ALI per Piovene Rocchette“: Renzo PRIANTE, Giancarlo GIORDANI
Piovene Rocchette Nuovi Sguardi“: Graziano TRIBBIA
Movimento 5 stelle“: Gianluca DI LUCCIO

Punti salienti del Consiglio Comunale

Discorso programmatico del Sindaco

MaseroIl Sindaco ha dato atto che i risultati delle elezioni giungono al termine di una campagna elettorale combattuta ma corretta.

Apprezzo i voti che i cittadini hanno dato alle altre liste, per questo sarò il Sindaco di tutti”. “Le decisioni si prendono insieme” ha continuato “e collaborerò con i consiglieri di minoranza all’unico scopo di fare il bene dei cittadini. Cercherò il confronto con i cittadini”.

La posizione dei consiglieri di minoranza

Le parole del sindaco hanno ottenuto l’apprezzamento di tutti i consiglieri di minoranza (ALI per Piovene Rocchette, Piovene Rocchette – Nuovi Sguardi, Movimento 5 Stelle). Tutti siamo consapevoli che a seguito di queste elezioni si è venuta a creare una situazione nuova. Mai prima d’ora la maggioranza aveva rappresentato una quota così esigua di votanti.

RappresentativitaLa lista di maggioranza ha ricevuto singolarmente più voti, ma rappresenta il 25,5% dei votanti. Le minoranze, se unite, rappresentano il 55% dei votanti. Ogni decisione presa contro le minoranze, pur legittima, corre il rischio di scontentare la maggioranza dei cittadini e di disaffezionarli all’attività amministrativa.

D’altro canto la minoranza non può esercitare un diritto di veto che impedisca di compiere scelte e neppure tentare di imporre il proprio programma a chi ha legittimamente vinto.

Come se ne esce?

Se ne esce prendendo consapevolezza che nessuna lista, da sola, può rappresentare compiutamente una realtà articolata come quella che Piovene Rocchette ha espresso nelle ultime elezioni.

Per evitare la paralisi o inutili contrapposizioni c’è una sola strada ed è quella indicata dal Sindaco nel suo discorso programmatico: “le decisioni si prendono insieme

Occorre consultare le minoranze e, all’occasione, direttamente la popolazione fornendo alternative tra cui scegliere. Dopo di che la maggioranza comunque dovrà decidere.

soldiGettone di presenza dei consiglieri

L’indennità di carica di ogni consigliere comunale ammonta, per legge a € 18,08. Per legge è stata ridotta del 10% passando a € 16,27.

La recente legge di riforma delle autonomie locali (cosiddetta legge Delrio) ha aumentato i consiglieri da 10 a 12 (senza aumento di spesa) per cui i costi dei 2 consiglieri in più vanno ripartiti tra tutti.

Il gettone di presenza di ogni consigliere è stato ridotto a 13,55 € a seduta.

Il consiglio comunale ha votato tale riduzione.

Consapevoli che il criterio è stato quello di ridurre le spese previste per legge per avere un risparmio delle casse comunali, i consiglieri di minoranza hanno chiesto alla giunta che nel definire le indennità di carica di sindaco e assessori sia applicato il medesimo criterio di invarianza della spesa, prendendo cioè la spesa del 2013 e ripartendo le indennità di carica in modo che la spesa non aumenti e venga possibilmente ridotta.

Sarebbe poco opportuno che le spese della giunta aumentassero mentre tutte le altre spese vengono tagliate.

Annunci

2 thoughts on “Il Consiglio Comunale del 12 giugno 2014

  1. Pingback: Un anno dopo | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...