Home

stemma PioveneIl Consiglio Comunale del 30 settembre 2014

Nel Consiglio Comunale del 30 settembre ben 4 punti all’ordine del giorno erano frutto del lavoro dei consiglieri di minoranza. L’intera seduta del Consiglio Comunale può essere riascoltata qui: https://www.youtube.com/watch?v=5GmDw3Ym6QU


Interrogazione delle minoranze sui compensi della Giunta

In un’intervista sul Giornale di Vicenza del 20 luglio 2014 il Sindaco Masero dichiarava:

In questo momento di crisi ci è sembrato opportuno ridurre i nostri compensi per un totale mensile di 6.588,70 per ottenere i fondi necessari ad aiutare le famiglie in difficoltà e a creare posti di lavoro socialmente utili

Noi consiglieri di minoranza abbiamo scoperto che le indennità di Giunta non erano state ridotte e che quindi non vi erano soldi destinati a famiglie in difficoltà e disoccupati. Avevamo già reso pubblica la nostra posizione in un articolo su questo blog e su un manifesto (vedi https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/07/22/indennita-di-giunta/)
L’intervista non era stata smentita e quindi abbiamo voluto porre al Sindaco due semplici domande:

  • Se effettivamente nel programma elettorale della lista NOI CON VOI è prevista la riduzione volontaria dell’indennità di carica, a sostegno di cittadini in difficoltà economica.
  • Se e in quale misura Sindaco e Assessori intendono ridurre le proprie spettanze a favore di famiglie in difficoltà e persone senza lavoro destinando loro, questa volta effettivamente per scelta consapevole e non per obbligo di legge, reali risorse aggiuntive.

L’interrogazione è stata illustrata da Graziano Tribbia

Qui la risposta del Sindaco

Nonostante qualche contorcimento logico la risposta alle nostre domande è stata chiara:

  • Nel programma elettorale della lista NOI CON VOI non è prevista la riduzione volontaria dell’indennità di carica
  • Sindaco e Giunta non operano nessuna riduzione volontaria dell’indennità

Interrogazione dei consiglieri di minoranza sul mancato rinnovo della convenzione con il Segretario Comunale

Il segretario comunale di Piovene Rocchette è il dott. Roberto Peruzzo che presta servizio a Piovene per il 50% del tempo, il restante 50% viene suddiviso tra i comuni di Pozzoleone e Carmignano di Brenta. Di conseguenza il costo del segretario ricade sulle casse comunali solo per il 50%.
La convenzione con il segretario comunale scade il 30 settembre cioè alla data del Consiglio Comunale. Il Sindaco ha “il potere di nomina del segretario non prima di sessanta giorni e non oltre centoventi giorni dalla data del suo insediamento”, tuttavia fino alla data del Consiglio il Sindaco non aveva preso nessuna iniziativa.

Da qui è nata l’interrogazione che ha domandato:

  • quali iniziative siano state attivate per definire la nuova gestione delle funzioni di segretario comunale;
  • se il sindaco intenda riproporre la convenzione con i comuni di Pozzoleone e Carmignano di Brenta;
  • oppure se il Sindaco intende scegliere altro Segretario o associarsi con altri comuni

Il sindaco ha spiegato che in assenza di rinnovo esplicito la convenzione è prorogata automaticamente, quindi il segretario resta.

Tuttavia, come ha spiegato il consigliere Giordani, il mancato rinnovo della convenzione fa sì che il segretario comunale sarà in carico interamente al Comune di Piovene che si troverà un costo raddoppiato fino al prossimo consiglio comunale e alla successiva ratifica della convenzione nei comuni di Pozzoleone e di Carmignano di Brenta.

Qui sopra la risposta del sindaco e l’intervento del consigliere Giancarlo Giordani


Presentazione del programma della lista di Maggioranza

Il Sindaco ha voluto presentare al Consiglio Comunale il programma della lista di maggioranza.
E’ stata l’occasione per porre alla maggioranza alcune questioni.
Il senso della nostra posizione è stato ben illustrato dal consigliere Tribbia che ha detto:

in una competizione elettorale con 6 liste, come è stata quest’ultima, la lista vincente ha ottenuto un consenso basso rispetto alla maggioranza degli elettori (25,5%). E’ una differenza sostanziale tra questa amministrazione e le amministrazioni precedenti dove, per la presenza di meno liste, chi aveva vinto era stato votato da quote più consistenti di elettori.
Di conseguenza le scelte più importanti che magari soddisfano una parte limitata della popolazione andrebbero discusse con i cittadini prima di operare scelte molto onerose per le casse comunali.
Ad esempio le liste che sostenevano la costruzione del Centro Polivalente in via Trento hanno ottenuto complessivamente il 37% dei voti, quelle che erano contrarie o dubbiose hanno preso il 63% dei voti.
Se la maggioranza vuole rispettare la volontà della popolazione deve scegliere forme di consultazione popolare. Se sarà appoggiata dai cittadini avrà tutti i diritti di procedere col suo programma.
Se invece vuole usare brutalmente il potere che le deriva dai 22 voti di vantaggio sulla seconda lista, dovrà procedere con arroganza avendo paura della consultazione pubblica.

Qui l’intervento del consigliere Tribbia,

L’intervento del consigliere Di Luccio

Ecco la risposta del sindaco

Parla dell’attuale centro diurno posto nella casa ex Galiotto, ritenuto da molti un centro di eccellenza, ma non dal sindaco

Abbiamo un appartamento messo su due piani trasformato in centro diurno… Lo chiamate centro diurno? Forse si per voi, per me no” (2:50 min dall’inizio).

Ritiene indispensabile la costruzione del Centro Polifunzionale.

Termina il discorso dicendo:

Se l’opera è condivisa, se l’intervento è condiviso ben venga, se non è condiviso, chi [come ndr.] faceva il Sindaco anche prima di me, a maggioranza si va avanti e questo non me lo può negare nessuno … Abbiamo vinto per 22 voti, benissimo, la legge è questa” (9:22 min dall’inizio).

Amministrare insieme?
Interrogare i cittadini?
NON SE NE PARLA

Diverso era l’atteggiamento del sindaco nel discorso d’insediamento del 12 giugno:

Potrà anche sembrare banale, ma voglio dire che sarò Sindaco di tutti, anche di quei cittadini che non hanno condiviso il mio programma e che con il loro voto hanno eletto quanti svolgeranno il ruolo di opposizione, perché è dalle idee e dai programmi, che a volte si contrappongono e dal confronto tra coloro che la pensano diversamente, che trae alimento la democrazia, maturano le società, si consolidano le comunità”.

Ricordiamo il motto della lista di maggioranza durante la campagna elettorale

ASCOLTARE RISPONDERE FARE

Dalle parole sembra che ora si voglia fare senza ascoltare.

Nel prossimo articolo parleremo di altri due punti all’Ordine del Giorno proposti dai consiglieri di minoranza. Su questi c’è stata una lodevole convergenza e un dibattito propositivo, attento al futuro della comunità dell’Alto Vicentino.


Testo integrale delle interrogazioni

Interrogazione n. 1

Premesso che:

  • in data 20 luglio 2014 il Giornale di Vicenza pubblicava un’Intervista rilasciata dal sindaco Erminio Masero che affermava: “In questo momento di crisi ci è sembrato opportuno ridurre i nostri compensi per un totale mensile di 6.588,70 per ottenere i fondi necessari ad aiutare le famiglie in difficoltà e a creare posti di lavoro socialmente utili”;
  • tale decisione, sempre a suo dire, segue il programma elettorale della lista NOI CON VOI;
    secondo il Sindaco i risparmi conseguiti saranno di circa 20.000 Euro, che verranno investiti per l’aiuto di chi è in difficoltà.

Considerato che:

  • tale intervista non è stata finora smentita dal Sindaco nonostante la nostra informazione al pubblico circa una realtà dei fatti diversa da quella riportata;
  • si deve quindi ritenere che il Sindaco abbia implicitamente riscontrato che i contenuti di detta intervista sono aderenti alle sue dichiarazioni.

Verificato che:

  • le somme indicate dal Sindaco non sono di fatto disponibili in quanto lo stesso ha erroneamente conteggiato come “risorse” deduzioni di legge che non derivano in alcun modo dalla volontaria rinuncia della Giunta Comunale ad una spettanza;
  • anzi, la Giunta si è assegnata la massima indennità prevista dalla norma senza alcuna riduzione volontaria

Atteso che:

  • le dichiarazioni del Sindaco contenute nell’intervista possono aver acceso una reale aspettativa da parte di famiglie in difficoltà e di persone senza lavoro;

i sottoscritti consiglieri comunali

  • avendo verificato che la somma di 20.000 euro da destinare a favore delle famiglie in difficoltà e per la creazione di lavori socialmente utili può essere ricavata da una riduzione del 25% delle indennità di carica di Sindaco e assessori

chiedono

  • Se effettivamente nel programma elettorale della lista NOI CON VOI è prevista la riduzione volontaria dell’indennità di carica, a sostegno di cittadini in difficoltà economica.
  • Se e in quale misura Sindaco e Assessori intendono ridurre le proprie spettanze a favore di famiglie in difficoltà e persone senza lavoro destinando loro, questa volta effettivamente per scelta consapevole e non per obbligo di legge, reali risorse aggiuntive.

Il consiglieri comunali:

Gianluca di Luccio-Movimento 5 stelle Piovene Rocchette

Giancarlo Giordani-ALI per Piovene Rocchette

Renzo Priante-ALI per Piovene Rocchette

Graziano Tribbia-Piovene Rocchette Nuovi Sguardi


Interrogazione n. 2

Interrogazione circa la gestione della funzione di segretario comunale.

I sottoscritti consiglieri comunali

Premesso che:

  • con deliberazione del consiglio comunale n. 43 del 27 novembre 2012 è stata approvata la convenzione per lo svolgimento in forma associata della funzione di segretario comunale tra i comuni di Piovene Rocchette, Pozzoleone e Carmignano di Brenta;
  • l’art. 8 dell’accordo sottoscritto tra i citati comuni stabilisce che convenzione ha durata “sino al 30 settembre 2014” ed “è esclusa la tacita proroga o la tacita rinnovazione”, come peraltro indicato dalle norme vigenti;
  • sempre il citato art. 8 stabilisce altresì che al momento della scadenza della convenzione “i sindaci … hanno la possibilità di definire … in quale comune tra quelli facenti parte della convenzione il segretario conservi la titolarità. Ove non si pervenga all’accordo tra i sindaci ed il segretario, quest’ultimo conserva la titolarità del comune capo convenzione.”

Considerato che:

  • la convenzione di segreteria è di imminente scadenza;
  • non è noto se il sindaco si sia attivato per il rinnovo della convenzione o se abbia pensato ad altre forme alternative di gestione della funzione di segretario comunale.

chiedono

  • quali iniziative siano state attivate per definire la nuova gestione delle funzioni di segretario comunale;
  • se il sindaco intenda riproporre la convenzione con i comuni di Pozzoleone e Carmignano di Brenta ovvero con altri comuni;
  • se il sindaco invece intenda non ricorrere a nuove forme convenzionate di gestione e tenere per il comune di Piovene Rocchette un segretario a tempo pieno;
  • se, in questa ultima ipotesi, abbia valutato l’incidenza del maggiore costo che graverà sul bilancio del comune, a quanto ammonti il maggiore onere, se e in quale modo il nostro ente riuscirà in tal modo a rispettare i vincoli imposti dalle norme vigenti in tema di spesa di personale;
  • infine, se il sindaco si sia avvalso della facoltà concessa dall’art. 15, comma 2, della legge n. 465/1997 e s.m.i. che prevede “il potere di nomina del segretario non prima di sessanta giorni e non oltre centoventi giorni dalla data del suo insediamento” e “in caso di mancato esercizio del potere di nomina … il segretario in servizio presso la sede si intende confermato”.

Piovene Rocchette, 24 settembre 2014.

Giancarlo Giordani

Renzo Priante


Questo articolo è stato scritto dai consiglieri comunali di minoranza appartenenti alle liste

ALI per Piovene Rocchette  –  Piovene Rocchette NUOVI SGUARDI  –  Movimento 5 Stelle Piovene Rocchette

5 thoughts on “Il Consiglio Comunale del 30 settembre 2014 parte 1°

  1. Il sindaco dice che a volte le cose si risolvono parlandoci, ecco, forse però a volte dovrebbe essere lui prima di fare alcune cose per iscritto e sul programma elettorale citando nomi e cognomi doveva prima chiedere e parlare con i diretti interessati. O sbaglio ? Non voglio fare polemica, ma magari se non vuole essere smentito, dovrebbe pensare prima quello che deve dire o forse ha detto quello che pensava??

    Mi piace

  2. Pingback: Registro tumori e ciclo dei rifiuti | Accogliamo le Idee

  3. Pingback: Consiglio Comunale e Giunta | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...