Home

Un nuovo ente

Dal 29 dicembre 2014 è nato un nuovo ente sovracomunale. Si chiama UNIONE MONTANA PASUBIO-ALTO VICENTINO. Ne fanno parte di Comuni di

  • Schio
  • Piovene Rocchette
  • Santorso
  • Torrebelvicino
  • Valli del Pasubio
  • Posina
  • Monte di Malo

Nasce dalle ceneri dell’ex Comunità Montana Leogra Timonchio. Il Commissario straordinario, il piovenese dott. Renato Grotto, ha guidato la Comunità Montana negli ultimi anni transitandola verso la costituzione del nuovo ente. Il tutto è avvenuto nei tempi previsti dalla legge.

La Comunità Montana Leogra Timonchio

art_15547_1_topcmltLe Comunità Montane sono previste dalla legge statale 3/12/71 n. 1102 “Nuove norme per lo sviluppo della montagna“. La vera nascita delle Comunità Montane nella nostra provincia risale a qualche anno dopo, verso la fine degli anni settanta. In un’Italia proiettata alla velocità della luce verso lo sviluppo industriale, le campagne si spopolano e ancor più le montagne.  Ci si preoccupa allora della difesa delle comunità marginali e dei territori che sembrano destinati all’abbandono. La visione è lungimirante. I compiti assegnati alla Comunità montana erano:

  • castagneGli interventi di sistemazione idrogeologica e forestale
  • La conservazione e la valorizzazione del patrimonio ambientale.
  • La tutela paesaggistica anche a fini produttivi, turistici e ricreativi.
  • La promozione del patrimonio storico e culturale, delle tradizioni e del folklore della montagna.
  • La promozione di iniziative e la realizzazione di servizi destinati all’assistenza sociale della popolazione.
  • La promozione di prodotti agro – alimentari.
  • Il recupero dei luoghi abitati della montagna attraverso l’incentivazione all’insediamento di attività economiche.
  • Supporto tecnico a sostegno delle attività agricole (coltivatori diretti, cooperative, consorzi,…..).

taglio soldiTrent’anni dopo siamo in piena revisione della spesa. Troppi gli enti, troppi i costi in Italia. Nel 2009 il governo vuole mettere ordine fissando dei criteri più stringenti per definire “montano” un comune. La Comunità Leogra Timonchio finisce commissariata.

Nonostante i ricorsi si capisce che la Comunità Montana è destinata a sparire … o a rinnovarsi completamente.

Nel 2012 arriva la legge regionale 40 che impone il cambiamento che ha portato alla situazione attuale.

Non più un ente destinato alla montagna, ma un ente di coordinamento dei servizi comunali.

Un ente mangiasoldi?

spiccioliPer la verità la comunità Montana Leogra Timonchio è un ente piuttosto sobrio, ha due soli dipendenti. Il personale si è ridotto di 2/3: due dipendenti rispetto ai 6 di dieci anni fa. Non vive solo di contributi regionali, ha impostato un’intelligente politica di produzione di energia. Ha installato centrali termiche a biomassa, ma soprattutto ha installato 3 centraline idroelettriche in grado di produrre energia elettrica vendibile. Le entrate arrivano fino a 90.000 €/anno tra vendita di certificati verdi e vendita di energia. Questo riduce il fabbisogno e libera qualche risorsa per interventi.

Il presidente? La giunta? I consiglieri?

Presidenti, giunta, consiglieri della futura Unione Montana non prenderanno un solo euro, neppure un rimborso spese per la loro attività nell’Unione.

Un ente inutile?

Per la verità la Comunità Montana non stava in piedi solo per vendere i permessi raccolta funghi. Negli anni ha promosso una serie di interventi di grande impatto.

  • ha promosso circa 90 interventi di recupero delle contrade montane, tra predisposizioni di piani per agevolare il recupero degli edifici di contrada e finanziamenti diretti (oltre 1 miliardo di lire negli anni ’90)
  • ha attuato il recupero dei capitelli montani
  • ha costruito centrali a biomassa e centrali idroelettriche (che danno entrate non piccole come si è visto)
  • fontana della Guarda

    fontana della Guarda

    ha coordinato gli interventi di recupero dei manufatti della grande guerra assieme alle comunità di Recoaro, Valle dell’Astico e Asiago.

  • è merito della Comunità Leogra Timonchio se la Strada delle Gallerie è stata recuperata e rilanciata dal punto di vista turistico
  • a Piovene Rocchette è stata la Comunità Montana a recuperare la Fontana della Guarda (del 1634)

Sperotto_copertinaA noi è piaciuta un’altra iniziativa promossa dalla Comunità Montana Leogra Timonchio: I SENTIERI CULTURALI, articoli che parlano di storia e geografia del nostro territorio. Ne abbiamo abbondantemente attinto quando abbiamo parlato di Fabbriche di birra e delle Cave di pietra di Piovene e non abbiamo ancora smesso di consultarli. Ma è arrivato il momento di parlare del futuro, cioè dell’appena nata Unione Montana.

Vi dedicheremo il prossimo articolo.

2 thoughts on “Unione Montana “Pasubio Alto Vicentino”_1

  1. Pingback: Un anno dopo (2) | Accogliamo le Idee

  2. Pingback: Unione Montana “Pasubio Alto Vicentino”_2 | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...