Home

Il Revisore dei conti

revisione contiIl revisore legale certifica che il bilancio del Comune sia stato redatto secondo corretti principi contabili, e l’aggiornamento continuo che ne operano la dottrina, la pratica e la normativa. Esprime un parere motivato sul bilancio e sulle variazioni di bilancio, ne verifica la coerenza, l’attendibilità delle entrate e verifica che i bilanci diano un equilibrio contabile sia nel breve che nel lungo periodo. Opera una funzione di vigilanza su entrate, spese, contratti, amministrazione dei beni, sulla documentazione, sugli adempimenti fiscali, … In sintesi il Revisore dei conti è un professionista esterno all’amministrazione comunale, collabora con l’ufficio ragioneria del Comune, ne controlla l’attività e segnala se l’attività economica del Comune è in regola o meno con le disposizioni di legge

Consiglio Comunale del 28 novembre 2014

stemma PiovenePunto 5 all’Ordine del Giorno, si discute sulla nomina del Revisore dei Conti. Per i comuni al di sotto di 15.000 abitanti, come Piovene Rocchette, il revisore è un professionista e resta in carica 3 anni. La nuova normativa impone che il Revisore dei conti sia sorteggiato dalla Prefettura tra gli iscritti a un apposito elenco regionale.

Il Sindaco informa che è necessario nominare il nuovo Revisore, il primo estratto è risultato il dott. Gennaro di Villa Bartolomea (VR), propone di prendere atto che la scelta è stata fatta dalla prefettura e di assegnare al dott. Gennaro il compenso massimo previsto dalla legge, pari a € 7.139,00 annui + le spese di viaggio e gli oneri di legge.

Interviene il Consigliere di minoranza Giancarlo Giordani. Si prende atto delle nuove procedure e sull’impossibilità per il Comune di scegliere il revisore. Non si capisce però perché il comune assegni il compenso massimo al Revisore, cioè un compenso superiore a quello assegnato al Revisore attuale dott. Eberle. Perché spendere 2.500 euro in più? Quei soldi potrebbero servire a persone in difficoltà residenti a Piovene Rocchette. Tanto più che il dott. Eberle non ci costa un euro in più per spese di viaggio, mentre il nuovo revisore dovrà essere compensato per il viaggio e questo farà salire ancora le spese.

Risponde il Sindaco: il Comune non può ridurre il compenso che il Revisore chiede

Intervengono anche i consiglieri di minoranza Graziano Tribbia

e Gianluca Di Luccio

Risponde il Sindaco. Se il primo estratto a sorte rifiuta l’incarico, ci tocca il secondo estratto che ha chiesto anche lui il massimo e quindi nulla cambierebbe.

Interviene nuovamente il Consigliere Giordani. La legge stabilisce che è il Comune a stabilire il compenso e NON c’è scritto che si debba pagare il massimo. Se il revisore non accetta il compenso che NOI abbiamo scelto, rinunci. Si farà la stessa proposta al secondo scelto, se anche questo rinuncerà si farà la stessa richiesta al terzo prescelto e così via chiedendo alla Prefettura di fare altri sorteggi se necessario. Il Consigliere Giordani pone anche il problema dei rimborsi di viaggio, le due tariffe possibili possono dare luogo a compensi molto diversi. E’ necessario che l’amministrazione scelga, se vuole contenere le spese.

Il dibattito si anima, il Sindaco è perplesso, teme che il Revisore sorteggiato non accetti. Alla fine, per fortuna, si cerca di trovare una mediazione e si decide di approvare una delibera che preveda un compenso non superiore a quello pagato fino ad oggi all’attuale Revisore dei conti.

La proposta di delibera viene modificata come chiesto dai consiglieri di minoranza e approvata all’unanimità.

L’esito

Infine la nostra proposta risulta azzeccata. Reso edotto del contenuto della Delibera di Consiglio Comunale, il dott. Gennaro ha accettato la proposta del Consiglio. Le spese annuali ora ammontano a 5.400 euro contro i 7.139 previsti dalla proposta di delibera presentata dal Sindaco con un risparmio di 1.739 euro/anno più iva e oneri previdenziali (-25%). Il rimborso delle spese di viaggio viene conteggiato nel modo più favorevole al Comune. Si tratta di quasi 7.000 euro in tre anni che potranno andare a favore dei residenti nel Comune.

DisciplinarerevisoreConto20152017Gennaro

Articolo scritto dai consiglieri di minoranza


APPENDICE

L’originale del verbale si trova qui: http://portale.comune.piovene-rocchette.vi.it/pratiche/dett_registri.php?id=16620

Il verbale della seduta di Consiglio COMUNE DI PIOVENE ROCCHETTE PROVINCIA DI VICENZA N. 48 di Reg. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

L’anno Duemilaquattordici il giorno Ventotto del mese di Novembre, alle ore 19:00 nella residenza Comunale. Convocato dal Sindaco con lettera di invito prot. n. 16509 in data 21.11.2014 fatta recapitare a ciascun Consigliere, si è oggi riunito in sessione ordinaria, seduta pubblica, convocazione prima, il Consiglio Comunale sotto la Presidenza del Sig. MASERO ERMINIO MASERO ERMINIO con l’assistenza del Segretario Comunale PERUZZO ROBERTO PERUZZO ROBERTO Essendo quindi legale l’adunanza, il Presidente invita il Consiglio a discutere sul seguente OGGETTO

NOMINA REVISORE UNICO DEI CONTI TRIENNIO 1° GENNAIO 2015 – 31 DICEMBRE 2017.

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione concernente l’oggetto; UDITI i seguenti interventi succedutesi nel corso del dibattito consiliare:

Sindaco MASERO Erminio – Da lettura della proposta di deliberazione. Ringrazio il dott. Cristiano Eberle di Schio per la competenza e disponibilità dimostrata nello svolgimento dell’attuale incarico. La nuova nomina va fatta con le modalità del Decreto 138/2011 mediante sorteggio da parte della Prefettura di Vicenza e nomina del primo dei nominativi sorteggiati, che è risultato essere il dott. Germano Gianfranco di Villa Bartolomea (Verona), che ha dichiarato di accettare l’incarico e di rispettare le condizioni di legge. I successivi sono il dott.Longhin di Campodarsego ed il dott. Mion di Negrar. Al dott. Gennaro viene attribuito il compenso massimo previsto dal decreto ministeriale 20 maggio 2005, di 7.139 euro annuo, escluse le spese di viaggio.

Cons. GIORDANI Giancarlo – Mi associo ai ringraziamenti fatti dal Sindaco per il dott. Eberle, che ho sempre apprezzato come validissimo professionista avendo lavorato bene per il nostro comune. . Per quanto riguarda il provvedimento di nomina del nuovo revisore dal 1 gennaio 2015, mi sembra che oltre alla nomina che prende atto dell’estrazione fatta in Prefettura, dovremo procedere ai sensi dell’art. 236 T.u.e.l. D.Lgs. 267/2000, alla verifica delle incompatibilità e/o ineleggibilità dei revisori, quindi credo che sarebbe opportuno integrare questa delibera affermando la insussistenza di cause di incompatibilità o ineleggibilità .L’altra cosa più sostanziale come indicata in delibera della amministrazione, è la attribuzione al nuovo revisore del massimo del compenso annuo spettante come da decreto 20 maggio 2005, il quale però fissa i valori massimi, non che necessariamente deve essere assegnato il valore massimo. Così come stabilisce che ci può essere la maggiorazione del 10 % nel coso che gli investimenti superino soglia, cosi come ci può essere un incremento di ulteriore 10 % in presenza di altri requisiti. Il comune di Piovene rispetta i requisiti del primo incremento ma non rientra nel secondo. Però ancora questa è una facoltà, non è un obbligo. Mi chiedo per quale motivo fino ad oggi abbiamo avuto il dott. Eberle che ha svolto il compito accontentandosi di un importo inferiore stabilito a quel tempo, ed oggi dobbiamo dare al nuovo revisore, senza voler fare alcuna valutazione sulla persona, sorteggiato dalla Prefettura mentre il precedente era stato nominato dal consiglio in quanto ne poteva conoscere la competenza. Si tratta di una differenza sostanziale che giustificava il compenso assegnato in base alla competenza, sempre nei limiti del decreto del 2005, mentre oggi l’incaricato è sconosciuto ed ha il massimo e addirittura l’incremento facoltativo del 10 %.. La differenza tra il compenso di Eberle ed adesso è di almeno 2.500 euro, di maggiorazione ed aumento di spesa per il comune. Mi permetto di osservare che potrebbero essere spesi in modo molto più equo, piuttosto che attribuirlo al revisore, ad esempio, in favore di qualche cittadino di Piovene Rocchette sotto forma di vaucher per compensare per quattro mesi di lavoro un soggetto privo di reddito. Altra cosa che osservo nella proposta di delibera e nello schema di convenzione allegato, un po striminzito per la verità, la previsione del riconoscimento delle spese di viaggio ed eventualmente vitto ed alloggio. Il dott. Eberle non ha mai chiesto alcun rimborso spese, qui dovremo corrispondere le spese di viaggio da Verona . Diamo il massimo, aggiungiamo l’incremento del 10 % , riconosciamo le spese di viaggio, chiedo come sono quantificate le spese di viaggio ?

Sindaco MASERO Erminio – Il dott. Eberle percepiva il massimo del compenso su cui era stata fatta la riduzione del 10 % stabilito dalla spending review di qualche anno fa. Non chiedeva il rimborso delle spese di viaggio perché abita a Schio. Il nuovo revisore a domanda precisa ha chiesto l’applicazione piena del decreto. Abbiamo sentito anche un altro sorteggiato di riserva che ha parimenti confermato la richiesta del massimo di legge. Il rimborso delle spese di viaggio è chilometrico. Comunque sul punto ha dato una sua disponibilità. Possiamo essere d’accordo con tutte le considerazioni del consigliere, però la norma non è stata fatta dall’amministrazione che non ha molte possibilità di intervento. Il revisore ha accettato l’incarico

Cons. TRIBBIA Graziano – In questa materia credo che sia necessario essere sicuri dove c’è facoltà e dove c’è obbligo. Da un lato sembra che ci sia l’obbligo di riconoscere quel 10 % mentre il consigliere Giordani dice che è una facoltà. Dovremo essere sicuri, perché se si tratta di risparmiare dei soldi è sempre opportuno valutarlo fino in fondo.

Cons. DI LUCCIO Gianluca – Mi chiedo anch’io perché se è scritto “può essere maggiorato” , e noi non diamo il 10 % in più cosa succede ?

Sindaco MASERO Erminio – Penso che il responsabile della ragioneria abbia preparato la delibera in base a quanto chiesto dal nuovo revisore. Può essere facoltativo o no, se poi il revisore rifiuta l’incarico, verrà interpellato il successivo, che peraltro ha fatto la stessa richiesta.

Cons. TRIBBIA Graziano – Io vorrei essere sicuro, perché se l’aumento è una facoltà mi trova contrario , se è un obbligo posso essere favorevole o astenuto.

Cons. GIORDANI Giancarlo – Il dott. Eberle prendeva 5.400 euro all’anno, come da Decreto 20 maggio 2005 per la fascia di popolazione da 5000 e 9999 abitanti,di euro 6.490 depurati della riduzione del 10 % della Legge 122/2010 che valeva fino al 31 dicembre 2013, arriviamo a 5.840, quindi Eberle prendeva anche meno. Ricordiamoci che quando un provvedimento di legge o un decreto ministeriale ci dice il limite massimo del compenso, vuol dire che l’Amministrazione stabilisce a sua discrezione il compenso. Se il revisore non accetta perché sono pochi soldi, la Prefettura manda un altro, e così via. Perché i Revisori si sono iscritti volontariamente all’Albo e quando rinunciano per motivi economici fanno anche una figuraccia. Non ho nulla col dott. Gennaro che non conosco, ma l’Amministrazione di Piovene non può spendere soldi perché un Professionista dice o così oppure niente. Altrimenti il Prefetto ha l’obbligo di mandarci un’ altro nominativo, e poi un altro ancora finché qualcuno accetta con queste condizioni. Quindi non è vero che l’Amministrazione si è trovata davanti al fatto compiuto che il dott. Gennaro dalla provincia di Verona chiede il massimo, è anche deontologicamente scorretto, perché l’Amministrazione ha il coltello dalla parte del manico, come si dice; o accetta oppure si cambia. Dopodicché potete fare quello che vole. Su un cosa non mi ha risposto: come viene calcolato il rimborso delle spese di viaggio.

Sindaco MASERO Erminio – Sarà chilometrico sino al massimo di 70 euro.

Cons. GIORDANI Giancarlo – Intendo quale tariffa si applica, perché la norma prevede alcune tipologie e non è indicato in nessuna parte quale tariffa si intende applicare. Perché la Corte dei Conti dice cosa fare; non sono qui a fare il saccente ma è il mio lavoro, e siamo in un periodo dove tutti noi funzionari pubblici comunali siamo chiamati a fare il massimo della nostra attività per fare risparmiare soldi all’Amministrazione. Quindi il responsabile della ragioneria, che conosco bene essendo mio cugina, so come lavora perché mia funzionaria quando ero assessore al bilancio di questo Comune 1995/1999 e sindaco nel 1999/2004, e se ha preparato una proposta di questo genere è perché l’Amministrazione ha dato indirizzo di prepararla in questo modo. Perché a Schio quando faccio le proposte di delibere le faccio nel modo che mi dicono gli Amministratori, non mi invento niente; penso al modo di giustificare in modo corretto e a norma di legge kle scelte. Ma se è scritto paghiamo al massimo, è perché al ragioniere qualcuno ha detto di dargli il massimo.

Sindaco MASERO Erminio – Sono insinuazioni.

Cons. GIORDANI Giancarlo – Non lo sono perché è scritto qua.

Sindaco MASERO Erminio – Le richieste del revisore sono state fatte di fronte al sottoscritto ed al responsabile del servizio.

Cons. GIORDANI Giancarlo – In comune di Piovene non comanda il revisore papabile, ma l’Amministrazione. La Corte dei Conti, con un parere del 23 dicembre 2013, ci dice che la mancata determinazione delle modalità di calcolo delle spese di viaggio non incide sull’an, cioè sulla nomina, ma sul quantum, e non è un buon andamento dell’azione amministrativo non averlo specificato. Ribadisco la richiesta di conoscere con quale tariffa si intende riconoscere le spese di viaggio ?

Cons. TRIBBIA Graziano – Propongo di rinviare l’argomento per approfondire i vari aspetti.

Sindaco MASERO Erminio – Possiamo anche andare all’esercizio prossimo, avendo quaranta giorni di tempo di proroga dopo il primo di gennaio . Per quanto riguarda la tariffa delle spese di viaggio confermo che è chilometrica, mentre sulla quantificazione dell’importo non ho l’importo. Per quanto deve percepire, c’è stato un colloquio preciso, nel quale il revisore non recedeva dalla sua richiesta, ma anche i successivi possono fare richieste uguali.

Cons. GIORDANI Giancarlo – Paghiamo un professionista che verrà una volta al mese e gli riconosciamo anche le spese di viaggio da Verona a Piovene. Le tariffe sono o la tariffa ACI o un quinto del costo della benzina al litro per chilometro. Capiamo bene che mentre il secondo è 30 centesimi al chilometro, la tariffa ACI dipende dalla macchina usata, se viene in elicottero ci tocca pagare anche quello.

Cons. DI LUCCIO Gianluca – Non ce l’abbiamo con il sindaco, chiedo ai consiglieri di maggioranza di esprimere il loro punto di vista, sarebbe importante sentire una proposta, altrimenti è un dibattito tra minoranza e sindaco.

Sindaco MASERO Erminio – Mi dice il Segretario che il dott. Eberle non è più rinnovabile e quindi dal primo di gennaio occorre nominare un nuovo revisore .

Cons. TRIBBIA Graziano – Propongo di fissare la tariffa del rimborso delle spese di viaggio in un quinto del costo della benzina e di stabilire che se non gli spetta l’aumento, non gli si da quel 10 %.

Sindaco MASERO Erminio – Possiamo rettificare la delibera con la nuova proposta, che resta con un punto di domanda sull’incremento, sulla quale il revisore potrebbe non accettare e quindi risolversi dall’incarico lui stesso.

Segretario comunale – Se le proposte dei consiglieri vengono formulate come emendamenti, possono essere poste ai voti a norma di regolamento, essendo motivate.

Cons. GIORDANI Giancarlo – La mia non era un emendamento, ma solo una osservazione sui troppi soldi. Eventualmente posso formulare un emendamento per la conferma del compenso percepito dal dotto Eberle negli scorsi anni. Aggiungiamo anche l’assenza di incompatibilità o incompatibilità. Quindi l’emendamento è di confermare l’importo percepito in precedenza dal dott. Eberle riconoscendo le spese di viaggio in quanto obbligo di legge, valorizzandolo in un quinto del costo della benzina al chilometro.

Segretario comunale – Il primo emendamento è che il revisore deve dichiarare l’assenza di elementi di incompatibilità .

Posto ai voti l’emendamento, viene approvato ad unanimità dei 12 consiglieri presenti e votanti.

Segretario comunale – Il secondo emendamento è che il compenso che sia riconosciuto al nuovo revisore sia lo stesso del precedente revisore, ovvero pari a 5.400 più cassa pensione (come da determina di liquidazione fatta nei giorni scorsi per il dott. Eberle) oltre alla spesa di viaggio di un quinto della benzina.

Posto ai voti l’emendamento, viene approvato ad unanimità dei 12 consiglieri presenti e votanti.

Sindaco MASERO Erminio – Quindi andiamo ad approvare la delibera con i due emendamenti approvati. Ai sensi dell’art. 56 del Regolamento per l’organizzazione del Consiglio comunale, per il testo integrale della discussione si fa riferimento alla registrazione depositata in archivio.

RITENUTO di approvare la suddetta proposta, alla presenza di n. 12 Consiglieri; AVUTI i prescritti pareri favorevoli espressi ai sensi dell’art. 49 del T.U. n. 267 del 18.08.2000 resi sulla proposta;

CONSIGLIERI PRESENTI N. 12 CONSIGLIERI ASSENTI N. 1 (De Rosso Enrich) CONSIGLIERI ASTENUTI N. 0 CONSIGLIERI VOTANTI N. 12 CON VOTI FAVOREVOLI UNANIMI N. 12, espressi in forma palese per alzata di mano; DELIBERA di approvare la proposta deliberativa in oggetto, nel testo che si allega al presente provvedimento per costituirne parte integrante e sostanziale.

Con successiva separata ed analoga votazione , FAVOREVOLI N. 12, espressa in forma palese per alzata di mano, dichiara la immediata eseguibilità del presente provvedimento ai sensi dell’articolo 134 comma 4 del T.U. 267 del 18 agosto 2000.

2 thoughts on “Rivediamo i conti?

  1. Pingback: Si rinnova il Consiglio Comunale | Accogliamo le Idee

  2. Pingback: Un anno dopo (2) | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...