Home

 Premessa

Per noi sono importanti due cose:

  • la trasparenza, ovvero rendere conto ai cittadini della propria azione
  • il continuo dialogo fra posizioni diverse

Non ci interessano gli slogan, con quelli si conquista il titolo di giornale, ma non si risolvono i problemi dato che la realtà è molto più complessa di quello che si può racchiudere in una frase. Non ci interessano le polemiche. Purtroppo sono il sottoprodotto di una discussione fra posizioni diverse, accadono, ma non devono essere il fine della discussione. Lo scopo della discussione è quello di far interagire posizioni diverse per cercare la soluzione dei problemi. E’ con questo spirito che vogliamo “riesaminare” quanto è successo nell’anno appena passato nella speranza che sia possibile porre le basi per un miglioramento dell’azione amministrativa.

I consiglieri Gianluca di Luccio, Giancarlo Giordani, Renzo Priante, Graziano Tribbia

24 maggio 2014

fonte:comune di Piovene Rocchette

fonte:comune di Piovene Rocchette

Elezioni comunali a Piovene Rocchette. Elezioni molto affollate ben 6 liste si contendono i posti in consiglio Comunale, 6 candidati alla poltrona di Sindaco. In un testa a testa da mozzafiato la lista NOI con VOI vince staccando la lista ALI per Piovene Rocchette per soli 22 voti. https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/05/27/elezioni-uninterpretazione/

Già un anno fa abbiamo dato un’interpretazione alle elezioni, secondo noi erano presenti:

  • 3 liste di continuità
    • lista Radere – Lega Nord
    • lista Nardello
    • lista Masero
  • 3 liste d’innovazione
    • lista Priante
    • lista Tribbia
    • lista Di Luccio – M5S

Le liste d’innovazione presentavano alcuni caratteri comuni: i candidati sindaco erano persone “nuove” per la politica locale, non avevano mai partecipato a una competizione elettorale, promuovevano un approccio innovativo per l’amministrazione del Comune. Sommate assieme le “liste innovative” hanno raggiunto quasi 2.400 voti mentre le altre liste non raggiungono i 2.000. Tuttavia le liste “nuove” si sono presentate divise e hanno perso. La lista vincente (NOI CON VOI  per Piovene Rocchette) raggiunge il 25,5% dei voti, Masero è stato il sindaco eletto con la più bassa percentuale di consensi negli ultimi decenni.

Sarò il Sindaco di tutti

ha dichiarato Erminio Masero nella prima seduta del Consiglio Comunale

La Giunta Comunale

La giunta comunale è composta da 4 assessori più il sindaco, tutti eletti nella lista NOI con VOI.

Il Consiglio Comunale

Il consiglio Comunale è composto, per legge, da 8 consiglieri di maggioranza e 4 di minoranza. Al suo insediamento risultavano rappresentate le seguenti liste

  • NOI con VOI 8 consiglieri + il Sindaco
  • ALI  per Piovene Rocchette 2 consiglieri
  • NUOVI SGUARDI per Piovene Rocchette 1 consigliere
  • M5S per Piovene Rocchette 1 consigliere

Due eventi importanti nell’anno 2014

1_Un’emergenza, anzi due

Il 29 luglio 2014, durante un’estate particolarmente piovosa, Piovene va sott’acqua, fiumi di acqua e fango scorrono per il paese, imboccano gli scivoli delle autorimesse, allagano i garages e anche qualche abitazione e negozio. Tronchi galleggiano nel mare di fango.

via Levrena

via Levrena

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/08/23/acqua-e-fango/

L’Amministrazione si muove con prontezza, mobilità la protezione civile e passa all’azione con l’aiuto di volontari ripara i danni per quanto possibile.

Non fa in tempo a fare ispezioni lungo le valli del Summano, che l’episodio si ripete e la notte del 20 agosto Piovene viene di nuovo inondata. Ancora una volta è emergenza, ancora una volta l’Amministrazione si prodiga mostrando efficienza  e capacità organizzative. Valli di Piovene Assopiti da tanti anni di clima favorevole, ci eravamo dimenticati di quello che i vecchi sapevano. Scopriamo tutti che conoscevamo poco il nostro territorio: ben 6 valli scendono dal Summano, ma solo una (la valle del Brentegnan) scarica in un corso d’acqua, le altre cinque valli semplicemente allagavano i campi e i contadini erano bencontenti di questa irrigazione gratuita.

Poi i contadini sono andati in fabbrica, hanno venduto i campi, chi li ha comprati ignorava la natura dei luoghi e ha costruito case, strade, recinzioni, scivoli, piani interrati.

Là dove l’acqua era benvista dai contadini è diventata improvvisamente poco gradita ai cittadini.

  • Ora l’acqua non trova più sfogo se non nella fognatura, ma la fognatura è sufficiente?
  • Gli interventi fatti dal Consorzio di Bonifica sono sufficienti?
  • Come si può limitare l’acqua che ruscella dal monte?
  • L’amministrazione e il Consorzio di Bonifica fanno interventi di pulizia, ripristino e protezione, basteranno?

Non rispondiamo qui, faremo un’inchiesta e la pubblicheremo.

2_Rocchette: un problema per la scuola materna e il quartiere

Natale 2011 Luglio 2014.

Un nuovo muro viene costruito davanti all’Asilo e alle finestre dello storico Quartiere Operaio. I consiglieri di minoranza se ne accorgono, raccolgono informazioni, si rendono conto che costituisce un serio peggioramento della situazione per gli ospiti della Scuola Materna.

Ci rivolgiamo al Sindaco, che sembra perplesso, a quanto gli risulta dovrebbe essere tutto regolare. sezione

Approfondiamo la situazione raccogliendo tutte le normative relative all’area. Ci appare evidente che l’intervento non è conforme alla norma.

Diciamo subito che l’attuale amministrazione non è responsabile di quello che è successo.

Nel giugno 2014, il muro in ghiaia e terra (terre armate) è appena stato costruito, il piazzale non è asfaltato. E’ tardi?

Si può ancora fare qualcosa: ridurre la grandezza del piazzale o anche solo l’altezza del piazzale?

Sarebbe utile affrontare il problema perché far finta di niente non è una soluzione. Chiamiamo il Sindaco: non ci riceve. Chiamiamo il responsabile per Rocchette della lista NOI con VOI e non ci incontra. calendario

Scriviamo al Sindaco (agosto 2014): i lavori vanno avanti, occorre fare qualcosa. Noi vorremmo rendere pubblica la situazione, ma cerchiamo una presa di posizione comune tra maggioranza e minoranza.

Quando riusciamo a parlare al sindaco (metà settembre) ci dice che sentirà un avvocato per capire cosa è opportuno fare. Passa il tempo e ancora nessuna notizia.

Infine, in ottobre, decidiamo di informare l’opinione pubblica: https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/10/18/rocchette-un-brutto-intervento/

Finalmente, in data 7 novembre arriva la risposta del sindaco, non si è rivolto a un avvocato, bensì a un tecnico che dice:

l’intervento è legittimo e conforme alla normativa.

La risposta implicita del sindaco è: non si fa nulla.

Per noi nascondersi non prendere posizione contro quel muro e non difendere la Scuola materna e gli abitanti del quartiere è un errore. Decidiamo di rendere pubblica la nostra posizione sottolineando i seguenti punti:

  1. quell’intervento è peggiorativo delle condizioni di vita di ospiti e lavoratori della Scuola materna San Giuseppe
  2. quell’intervento va rovinare un centro storico: le case operaie ottocentesche
  3. ben pochi sembrano ricordare che Rocchette un tempo era quartiere modello rinomato e studiato nei testi di storia, oggi è un ottimo esempio di archeologia industriale perché invece di valorizzarlo lo si seppellisce dietro un terrapieno?
  4. ben pochi ricordano che il quartiere di Rocchette era pieno di servizi: poste, negozi, spaccio, bagni pubblici, campi da gioco, mutua, ecc. Ora quei servizi sono spariti per far posto all’immensa fabbrica semivuota, fabbrica che per motivi incomprensibili nel 2014 va a occupare un’area verde
  5. l’unico servizio pubblico rimasto nel quartiere è la scuola materna perché penalizzarla? Se sparisce anche la Scuola Materna, il quartiere di Rocchette non avrà più nessun servizio pubblico, era quartiere modello diventerà dormitorio (1)
  6. l’area verde occupata dal terrapieno era l’ultimo resto di un parco progettato dall’arch. Caregaro Negrin, Gli alberi demoliti avevano circa un secolo (2)

A seguito dell’incomprensione della gravità di quello che è successo, il 3 dicembre facciamo una riunione pubblica molto affollata. Abbiamo l’appoggio di

Se non siamo riusciti a fermare questo scempio, cerchiamo di prevenire il prossimo e questo è possibile solo promuovendo la conoscenza anche storica dei valori del nostro territorio.riunione 2014-12 b

Alla riunione abbiamo invitato Sindaco, assessori e tutti i consiglieri, ma nessun consigliere di maggioranza partecipa, tranne uno, che ringraziamo.

Continua …


Il presente articolo è stato scritto dai consiglieri di minoranza: Gianluca Di Luccio, Giancarlo Giordani, Renzo Priante, Graziano Tribbia


NOTE (1) Nel 1972 quando fu costruita quell’immensa fabbrica (la “filatura più grande d’Europa”) case e servizi pubblici vennero distrutti in cambio di occupazione, oggi quella fabbrica non può più dare neppure lavoro (non ci lavorano più di 30 persone). (2) Ne abbiamo parlato diffusamente in più articoli

4 thoughts on “Un anno dopo

  1. Pingback: Un anno dopo (2) | Accogliamo le Idee

  2. Mon Dieu! Che tiritera, sig. Alberto!… Punteggiatura a parte, inesistente; lo sa che una virgola può cambiare il senso di una frase?
    Sono una semplice cittadina piovenese, politicamente ” spirito libero ” e super partes: – ” … forse sarebbe meglio che prendesse Lei un buon digestivo! il Suo commento, acido, è stucchevole.”
    Ciò detto, è nei numeri che bisogna guardare e, che Le piaccia o no, l’attuale Sindaco non sta governando con un consenso plebiscitario. Stia sereno.
    Daniela Z.

    Mi piace

  3. per fortuna c’è lei Priante e la sua congrega avrei voluto vedere lei al posto di Masero con al fianco un sindaco padrone come Giordani appartenente alla lista Insieme per Amministrare mai ascoltato una volta la minoranza seguita solo e solamente la propria strada fatte le commissioni e mai convocate impari da lui come amministrare la sua trasprenza richiesta è solo rabbia ancora da digerire peccato la democrazia è un’altra cosa lei non la conosce comunque sta il fatto che una sinistra compatta e sostenuta da un PD a Piovene e stata sconfitta da una persona che i piovenesi hanno ritenuto di mettere a governare il paese solo contro tutti direi OTTIMA VITTORIA che ancora vi rode ma il tempo ve la fa digerire
    cordialmente Alberto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...