Home

Iniziative condivise tra i Consiglieri

Fin dai primi consigli Comunali i consiglieri di minoranza hanno avuto un ruolo propositivo e non sono mancate occasioni per un lavoro concorde. Sottolineiamo queste occasioni

ULSS4Richiesta di inserimento dell’ULSS 4 nel Registro tumori del Veneto.

Il Consiglio Comunale all’unanimità ha chiesto a Sindaco e Assessori di operare perché i casi di tumore nell’ambito della nostra ULSS siano inserito nel registro regionale al fine di raccogliere importanti informazioni statistiche sulla maggiore o minore incidenza di tumori nella nostra area. L’iniziativa è partita dal Consigliere Di Luccio e dal Movimento 5 Stelle.

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/10/11/registro-tumori-e-ciclo-rifiuti/

ca caprettaLinee di indirizzo in tema di trattamento dei rifiuti solidi urbani e gestione dell’impianto di incenerimento di Ca’ Capretta.

Il consiglio comunale all’unanimità ha chiesto al Sindaco di evitare l’incremento o il potenziamento delle linee di incenerimento a Ca’ Capretta (Schio) per arrivare in futuro a un migliore riuso, riciclaggio dei rifiuti. L’iniziativa è partita dai consiglieri di minoranza.

Covenant o MayorsAdesione al “Patto dei Sindaci” per un Piano Comunale di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES)

Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la proposta di redazione del PAES. Si tratta di un censimento dei consumi energetici complessivi del Comune e in particolare dei consumi prodotti dall’ente pubblico. Se ben condotto comporta una serie di iniziative pubbliche per illustrare i dati delle analisi e per promuovere comportamenti virtuosi nei singoli e nelle categorie economiche e sociale. Il Piano è stato proposto dall’Assessore Sonia Perotto.

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/11/15/il-piano-dazione-per-lenergia-sostenibile/

Vista aerea AV baseAdesione all’Unione Montana Pasubio Alto Vicentino

Su proposta del Sindaco il Comune di Piovene Rocchette ha aderito all’Unione Montana. Si tratta di una forma di gestione associata delle funzioni comunali che, in prospettiva, potrebbe portare al superamento dell’ente comune come ente autosufficiente.

Il Consiglio Comunale ha eletto i consiglieri Tomiello e Priante a rappresentarlo presso l’Unione

Ne abbiamo parlato qui:

GdV 2014-07-20Uno “scivolone” del Sindaco

1_ Sul Giornale di Vicenza del 20 luglio 2014 il Sindaco si era vantato di aver “ridotto ridotto del 10% i propri stipendi … per ottenere i fondi necessari ad aiutare le famiglie in difficoltà e a creare posti di lavoro socialmente utili

Non era vero. Ci siamo accorti che lo stipendio di Sindaco e assessori era il massimo previsto dalla legge e del tutto identico a quello di Sindaco e Assessori precedenti.

Ne abbiamo parlato qui: https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/07/22/indennita-di-giunta/

Il ruolo di controllo del consiglio comunale 

  1. A Settembre 2014 scadono i tempi entro i quali il Sindaco sceglie il Segretario Comunale. Se ne accorge il consigliere Giordani che presenta un’interrogazione al Sindaco. DOPO la presentazione dell’interrogazione è tutto un correre frenetico a stipulare convenzioni con il segretario comunale e con gli altri comuni che ne condividono i servizi.
  2. Nella scelta del Revisore dei Conti, il Sindaco propone la nomina di un revisore: aumentano i costi senza aumento delle prestazioni. Interviene il consigliere Giordani che propone di mantenere le spese allo stesso livello del Revisore dei Conti precedente. L’intervento, votato all’unanimità, permette un risparmio di 7.000 euro in 3 annihttps://accogliamoleidee.wordpress.com/2015/02/24/rivediamo-i-conti/

I Rapporti tra Amministrazione e cittadini

Nel programma elettorale la lista NOI con VOI aveva dato enfasi all’importanza di instaurare un nuovo rapporto con i cittadini.

ASCOLTARE – RISPONDERE – FARE questo è stato lo slogan in campagna elettorale. Eppure non sempre l’ascolto è stato attento, lo abbiamo evidenziato in due occasioni.

Interrogazione su via Belvedere (novembre 2014).

Una strada stretta a fondo cieco dove due auto non possono passare contemporaneamente, dove è impossibile girarsi senza entrare in aree private. Eppure il PRG da tempo immemorabile prevede un parcheggio che, se realizzato, permetterebbe una manovra di inversione di marcia.

Nessuno me l’ha domandato” ha risposto il Sindaco, dimenticando lì per lì che qualcuno glie l’aveva appena domandato: eravamo stati proprio noi con l’interrogazione.

https://accogliamoleidee.wordpress.com/2015/01/13/via-belvedere/

Interrogazione su via Tondelle (febbraio 2015).

Centodieci abitanti di via Tondelle hanno presentato una domanda scritta all’amministrazione comunale circa la difficoltà a immettersi nella strada provinciale anche a causa di una segnaletica approssimativa.

Dopo quasi 3 mesi i firmatari non avevano avuto nessuna risposta. Abbiamo dovuto segnalarlo noi.

Rapporti tra maggioranza e minoranza

La maggioranza ha vinto e crede sia suo diritto amministrare da sola il paese.

E’ un suo diritto amministrare ma forse non si è resa conto che il Consiglio Comunale è organo collegiale, per i membri del Consiglio Comunale

  • non vi è vincolo di mandato,
  • nessuno è costretto a indossare una divisa,
  • ognuno si deve sentire libero di prendere una posizione, anzi ognuno deve sentirsi responsabile per le decisioni che deve prendere per il paese.

Ci sono idee che la minoranza ha elaborato e sono molto promettenti per il futuro, ma spesso non sono ascoltate dalla maggioranza.

Abbiamo l’impressione che non si tratti della volontà di negare la nostra parola, ma di una vera e propria disabitudine a discuterePurtroppo a Piovene Rocchette manca quello che c’è in tutti gli altri comuni: una sede per discutere liberamente le proposte.

  • A Schio ci sono 4 commissioni consiliari
  • A Torrebelvicino 4+2
  • Ad Arsiero 6
  • A Thiene 3
  • A Malo 3
  • A Santorso 3
  • A Piovene nessuna.

Dov’è la sede per elaborare un pensiero comune?

I consiglieri di minoranza, mai invitati ad una discussione (1), possono solo presentare un’interrogazione o una mozione o una proposta di delibera, questo comporta una breve discussione e poi si vota o SI o NO. Con scarso spazio per contributi, riscritture, modifiche, miglioramenti. In questo modo qualunque contributo appare una polemica e quello che dovrebbe essere un lavoro a quattro mani tende a prendere le sembianze di un braccio di ferro. In poche parole:

L’assenza di spazi di discussione e di Commissioni consiliari alimenta le polemiche e non favorisce la cooperazione (2) (3).

Un progetto contrastato: il centro polifunzionale

La lista NOI con VOI aveva in programma la costruzione del fantomatico Centro polifunzionale del quale si discute da oltre un lustro.

Giustamente la maggioranza intende ottemperare al proprio programma, tuttavia noi contestiamo tale scelta per tre motivi.

1

Non ci sono più i soldi. A suo tempo era stato ipotizzato di vendere un terreno per 1 milione di euro che sarebbe servito per la costruzione del Centro. Quel terreno non è stato venduto e ora si cerca di venderlo ad un prezzo quasi dimezzato (650.000 €) però i soldi non bastano e così si mette in vendita un secondo terreno. Tuttavia anche il prezzo di questo secondo terreno è troppo elevato e non basterà.

In breve: stiamo assistendo alla svendita delle proprietà comunali e questo non era previsto nel progetto. Ne abbiamo parlato qui: https://accogliamoleidee.wordpress.com/2015/05/05/consiglio-comunale-e-soldi-dei-cittadini-2/

2

Manca un progetto di gestione. Vogliamo costruire un edificio atto a ospitare un centro per anziani (“una beauty farm per anziani” ha detto il Sindaco) e nessuno ha fatto i conti se servirà più personale (probabilmente si, dato che il nuovo centro è molto più grande).

Visto che servirà più personale per la gestione domandiamo.

  • Cosa farà il comune?
  • Dove troverà il nuovo personale?
  • Come potrà pagarlo?
  • Occorrerà arrivare ad una gestione esterna?
  • Non si sa.

In queste condizioni è rischioso spendere una somma imponente, ben 3,5 milioni di euro a fronte di un bilancio di 7 milioni, senza la sicurezza di poter arredare i locali, di poterlo gestire. Corriamo il serio rischio di spendere i soldi e di non avere il servizio.

3

NOI con VOI ha vinto con il contributo del 25,5% degli elettori. Le liste critiche verso questo progetto rappresentano il 55% degli elettori.

Il sindaco dovrebbe promuovere una consultazione pubblica e sondare il parere dei cittadini. Se ottenesse un assenso sarebbe legittimato a procedere e noi dovremmo accettare il verdetto popolare.

In assenza di legittimazione la maggioranza si assumerebbe la grossa responsabilità di imporre un  progetto oneroso senza il consenso del 55% degli elettori

Su questo abbiamo intenzione di fare un approfondimento.

Un Progetto condiviso

isola pedonale

L’amministrazione ha intenzione di investire ben 500.000 euro sulla sicurezza delle nostre strade. Non esiste ancora un progetto vero e proprio, ma si tratterebbe di

  • costruire marciapiedi,
  • rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali,
  • migliorare la possibilità di muoversi a piedi e in bicicletta da parte dei nostri cittadini.

Noi approviamo la proposta dell’amministrazione, siamo del tutto favorevoli a questa iniziativa e speriamo che produca i risultati attesi.

Progetti trascurati

Nel bilancio di previsione predisposto dalla maggioranza risultano tagli a Scuola, cultura e sociale, un forte riduzione di spese per il turismo, un’assenza di interventi per il commercio. Ne abbiamo parlato qui: https://accogliamoleidee.wordpress.com/2015/05/08/consiglio-comunale-e-soldi-dei-cittadini-3/

Contiamo di instaurare un rapporto positivo con la maggioranza, siamo ancora in tempo per cambiare.


NOTE

(1) Nelle ultime settimane vi sono sintomi di un cambiamento nei rapporti tra maggioranza e minoranza per cui siamo fiduciosi che la situazione possa cambiare e che la presente analisi possa essere rivista nel futuro.

(2) L’amministrazione è così poco abituata ad una normale dialettica consiliare che spesso non pensa nemmeno ad coinvolgere i colleghi di minoranza nelle iniziative promosse dal Comune. Il tutto poi si spinge fino a una maleducazione involontaria. I consiglieri di maggioranza, nelle riunioni uffficiali hanno sempre i posti riservati in prima fila, i consiglieri di minoranza si arrangino. E’ una brutta immagine dal punto di vista istituzionale, finora abbiamo evitato polemiche, ma ora è il momento di cambiare. 

(3) Forse è meglio precisare il peso di ciascun consigliere,

rappresentanza

Invitiamo il Sindaco a far sì che tutti i cittadini siano rappresentati nelle cerimonie ufficiali e questo si fa solo avendo l’attenzione e la cortesia di invitare e dare peso ai rappresentanti dei cittadini e, come non ci sono cittadini di serie A e di serie B, così deve essere per i consiglieri.


Il presente articolo è stato scritto dai consiglieri di minoranza: Gianluca Di Luccio, Giancarlo Giordani, Renzo Priante, Graziano Tribbia


La prima parte dell’articolo si trova qui

One thought on “Un anno dopo (2)

  1. Pingback: Un anno dopo | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...