Home

presa elettricaImmaginiamo di voler sapere quanta energia serve per il condominio dove abitiamo. Dovremo conteggiare

  • quanto gas consuma ogni appartamento e
  • quanta energia elettrica.

Dovremo estendere i calcoli al negozio al piano terra e all’officina sul retro, poi conteggiare i consumi dovuti agli spazi condominiali (antenna TV, scale, giardino, ecc.).

CO2Dovremo poi aggiungere i consumi di carburante di tutte le auto del condominio divisi in gasolio, benzina e gas. Poi dovremo calcolare quanto consuma il rasaerba per il prato e l’impianto di irrigazione, ecc.

Alla fine di questi conti potremmo dire il consumo totale di energia del nostro condominio e, in base ad alcuni calcoli, anche quanti gas potenzialmente nocivi per il clima emettiamo in atmosfera.

L’Inventario base delle Emissioni

Più o meno un conteggio di questo tipo è stato fatto per il Comune di Piovene Rocchette e, siccome lo stesso calcolo era già stato fatto per i comuni di Schio e Santorso (vicini a noi e aventi caratteristiche abbastanza simili), abbiamo provato a fare un raffronto.

Se volete sapere dove abbiamo preso i dati, andate in fondo questo articolo, c’è un’appendice tecnica, ma se non volete perdervi in troppi dettagli tecnici, lasciatela perdere.

Quanta energia?

Energia consumata ed emissioni_VA.png

Per tutte le esigenze pubbliche e private dei tre comuni considerati servono oltre 860 megawattora all’anno. La parte del leone la fa il comune di Schio che ha un consumo di energia 5 volte quello di Piovene Rocchette e 6 volte quello di Santorso.

Se, invece di conteggiare l’energia consumata, calcoliamo la quantità di anidride carbonica (1) immessa in atmosfera, i rapporti sono simili.

Tuttavia dato che si tratta di comuni con taglia demografica diversa conviene trasformare i dati in valore pro capite. Ed ecco i risultati

Energia consumata ed emissioni_VpC.png

Adesso il quadro è più chiaro: i valori di energia consumata oscillano tra i 15 e i 19 megawattora per abitante e l’emissione di gas in grado di alterare il clima oscillano tra i 4 e i 6.

Come si vede dalla tabella, Piovene Rocchette è il comune che ha bisogno di meno energia e che immette nell’atmosfera meno gas climalteranti. Perché? Piovene Rocchette è effettivamente un comune più virtuoso oppure il tutto dipende da alcune caratteristiche strutturali?

E’ quello che andremo a vedere di seguito.

Quali settori consumano più energia?

Per fare questo abbiamo dovuto fare alcune semplificazioni. Dato che i valori non sono raggruppati in modo perfettamente identico per i tre comuni, abbiamo dovuto farlo noi.

Poi i dati sono stati trasformati in valori per abitante per renderli confrontabili.

Consumo energia per abitante.png

Come si vede Il comune di Schio ha un elevato consumo di energia dovuto alla presenza di industrie e di attività commerciali terziarie. Il comune di Santorso ha i consumi più elevati relativamente ai trasporti privati e commerciali, agli edifici privati e comunali.

Se passiamo ora a valutare le emissioni di CO2 (equivalente) la tabella diventa questa.

Emissioni per abitante

 

Come si vede i dati sono abbastanza omogenei e le colonne si somigliano tutte. L’unica eccezione è il settore industriale: le emissioni dell’industria di Piovene Rocchette sono molto più basse che negli altri comuni.

Industrie più virtuose? Andiamo a vedere la seguente tabella.

Censimento industria 2011.png

La realtà è diversa: pur avendo più abitanti di Santorso l’industria di Piovene Rocchette è esile e ha un numero di occupati che è un terzo inferiore a quelli presenti a Santorso.

Piovene Rocchette offre meno posti di  lavoro e la minore presenza di industrie produce meno gas serra (2).

E infatti riprendiamo la tabella soprastante ed evidenziamo i risultati relativi alle emissioni:

Emittioni totali per abitante.png.

Le minori emissioni di Piovene Rocchette sono dovute per due terzi alla minore presenza di attività produttive. E l’altro terzo? Dobbiamo cercarlo tra altri dati, come faremo nel prossimo articolo.

Perché questo inventario?

Questo Inventario Base delle Emissioni (IBE) fa parte del PAES, ovvero del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.

Il PAES è un’iniziativa dal basso.

Numerosi Sindaci di vari comuni europei hanno deciso di fare meglio dei loro governi e si impegnano a ridurre le emissioni in grado di alterare il clima in misura maggiore rispetto agli impegni dei loro governi (3).

Come si possono ridurre le emissioni di gas in grado di alterare il clima?

Prima di affrontare questo problema occorre prima approfondire l’analisi delle emissioni.

Lo faremo nel prossimo articolo.


NOTE

(1) L’anidride carbonica (CO2) è considerato un gas in grado di alterare il clima. Da qualche decina di anni gli scienziati e i governi si sono posti il problema se il massiccio consumo di combustibili fossili (carbone e derivati del petrolio) non potesse provocare una modificazione del clima. Dopo decenni di studi e dibattiti, la stragrande maggioranza degli scienziati si trova d’accordo: il nostro modo di produrre e consumare energia STA EFFETTIVAMENTE MODIFICANDO IL CLIMA. Tra tante divulgazioni giornalistiche, vale la pena di andare alla fonte ufficiale: https://www.ipcc.ch/pdf/reports-nonUN-translations/italian/ar5-wg1-spm.pdf

(2) Il fenomeno non è di oggi, ma risale al lontano 1972 quando l’industria tessile, dopo aver distrutto il quartiere alto di Rocchette, antico di un secolo, per costruire la filatura più grande d’Europa, mostra tutta la debolezza di un settore che comincia un inevitabile declino. A partire dal 1972 i posti di lavoro a Piovene diventano meno dei piovenesi che lavorano.

1972Piovene Rocchette da allora ha due possibilità:

  • o diventa paese dormitorio dove si abita e non si lavora
  • oppure trova occasioni di sviluppo e di posti di lavoro in altri settori non più industriali

A nostro parere Piovene Rocchette deve seguire questa seconda strada e diventare un polo culturale e di servizi di scala sovracomunale.

(3) L’impegno dei comuni si chiama Patto dei Sindaci (Convenant of Mayors). Gli obiettivi dei comuni che che aderiscono, il loro numero si può trovare qui: http://www.pattodeisindaci.eu/index_it.html.


APPENDICE TECNICA

La documentazione relativa al Comune di Schio si trova qui http://tinyurl.com/zk4eezd.

La documentazione relativa al comune di Santorso di trova qui http://www.santorsosostenibile.it/verso-una-comunita-integrata-e-sostenibile/

La documentazione relativa al comune di Piovene Rocchette si trova qui http://www.comune.piovene-rocchette.vi.it/cms/paes_-_piano_per_lenergia_soste

Molti altri comuni del vicentino hanno deciso di aderire al Patto dei Sindaci e di redigere l’inventario delle emissioni, ad esempio Thiene e Malo tra i più vicini. Tuttavia le modalità di raccolta e organizzazione dei dati sono diverse e non sono facilmente confrontabili. Per questo abbiamo preferito limitare i confronti ai 3 comuni.

L’inventario delle emissioni è riferito al 2006 per quanto riguarda Schio e all’anno 2008 per quanto riguarda Santorso e Piovene Rocchette.

Nell’operare i confronti abbiamo dovuto riscrivere le tabelle e abbiamo verificato delle piccole differenze nel 1° o 2° decimale dopo la virgola. Evidentemente qualche dato è stato approssimato nella redazione del documento. Altra difficoltà è dovuta al fatto che Schio e Santorso non esplicitano il numero di abitanti di riferimento. Abbiamo dovuto cercare i dati in modo autonomo e questo può forse spiegare le piccole differenze. Tuttavia il confronto generale è attendibile.

Occorre leggere l’introduzione metodologica dei tre documenti per capire che alcuni dati sono approssimati all’origine. Ad esempio non si ha il dato del numero di veicoli per emissioni posseduti nei singoli comuni. Si fa così riferimento ai dati provinciali che poi vengono attribuiti ai singoli comuni in base al peso demografico.

2 thoughts on “Quanta energia consuma un comune?

  1. Pingback: I soldi dei cittadini | Accogliamo le Idee

  2. Pingback: Quanta energia consuma un comune? 2 | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...