Home

Il consiglio comunale di Piovene Rocchette si rinnova con due nuovi partecipanti.

Di LuccioGianluca Di Luccio

I giorni scorsi ha dato le dimissioni Gianluca Di Luccio. Eletto nella lista Movimento 5 Stelle per Piovene Rocchette, aveva fatto scalpore la sua fuoriuscita dal Movimento dopo le elezioni. Di Luccio aveva continuato il suo impegno in Consiglio Comunale interessandosi di cultura e promuovendo l’interesse per i temi ambientali. L’avversione al Centro Polifunzionale era l’argomento principe che aveva toccato più volte nei suoi interventi.

Daniele Sartore

daniele sartore foto mezzobustoLe dimissioni del consigliere Gianluca Di Luccio hanno ridato rappresentanza al Movimento 5 Stelle di Piovene Rocchette portando in consiglio il consigliere Daniele Sartore, laureato in legge, che ha preso possesso della sua carica nel Consiglio Comunale del 29 febbraio. Con il suo arrivo la conferenza dei capigruppo si completa comprendendo di nuovo il M5S.

 


Al 29 febbraio risalgono le dimissioni del consigliere Giancarlo Giordani che permettono l’ingresso in consiglio di una donna: Silvia Pianalto. Erano dimissioni concordate fin dall’inizio dato che Giordani aveva manifestato la volontà di lasciare spazio alla collega, che, senza aver mai prima partecipato ad un’elezione, era risultata la donna più votata alle ultime elezioni.

Giancarlo Giordani

giancarloG+

E’ responsabile della gestione del personale del Comune di Schio. E’ stato anche il consigliere più votato di tutti con  148 preferenze (1).  Esperto di gestione amministrativa ha dimostrato una forte competenza tecnica con interventi che hanno permesso al comune di risparmiare nelle spese di gestione (2). Ha esperienza amministrativa avendo ricoperto la carica di assessore dal 1995 al 1999 e di Sindaco di Piovene Rocchette dal 1999 al 2004. Nel suo mandato come Sindaco l’iniziativa che aveva destato più clamore è stata il progetto dell’Auditorio che aveva provocato infinite polemiche e una spaccatura tra i cittadini che si erano divisi come guelfi e ghibellini tra chi era a favore e chi era contro (3). Solo oggi si comincia a comprendere quale grande opportunità l’auditorio sia.

Silvia Pianalto

silviaP+

Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia è professionista nel campo della grafica e della comunicazione. Madre di  3 figli è impegnata nella scuola come rappresentante dei genitori. Porterà in consiglio le istanze delle famiglie e della scuola.

Silvia è la consigliera con maggior numero di preferenze: 127. Con l’entrata di Silvia Pianalto il numero di consigliere passa da due a tre (su dodici). Essendo arrivata seconda solo a Giordani, tra tutti i consiglieri presenti (escludendo i candidati a sindaco) la nuova entrante risulta quella più votata.

Perché così poche donne in Consiglio?

Per quanto riguarda Piovene Rocchette (ma quasi ovunque è lo stesso) i motivi sono 2.

1_ Le donne non occupano posizioni di vertice

Nessuna donna è stata candidato sindaco nelle scorse elezioni (4).

2_ Le donne hanno minore visibilità

La conseguenza è che i candidati donna ottengono minori preferenze. Com’è noto la legge elettorale è fortemente maggioritaria e premia la governabilità sulla rappresentatività. Un solo voto di differenza e la lista di maggioranza occupa i 2/3 del consiglio. Nella lista NOI con VOI solo 2 donne su 8 sono state elette. Se avesse vinto ALI per Piovene Rocchette le donne sarebbero state 3 su 8. In ogni caso le donne sarebbero risultate sottorappresentate.

La legge aiuta le donne?

Non c’è dubbio: SI. Nel formare la giunta il Sindaco ha dovuto scegliere due donne, Cristina Longhi e Sonia Perotto, come assessori, così le uniche due donne del Consiglio Comunale (fino ad ieri) per merito della legge occupano una posizione di vertice.

Un saluto

L’entrata di due nuovi consiglieri rinnova le dinamiche del Consiglio Comunale. L’ingresso di una donna in prossimità dell’Otto marzo non può che fare piacere.

Grazie a Gianluca e Giancarlo per il loro contributo.

I Consiglieri di minoranza


NOTE

(1) l’elenco delle preferenze è consultabile sul sito del comune ed è riportato nella tabella seguente

Preferenze

(2) Vedi qui: https://accogliamoleidee.wordpress.com/2015/02/24/rivediamo-i-conti/

(3) Vedi anche https://accogliamoleidee.wordpress.com/2014/03/21/lavoro-e-sviluppo/. Il progetto dell’auditorio rientra nella discussione su quale dovrebbe essere il futuro di Piovene Rocchette dopo che il comune non offre più posti di lavoro nell’industria, come avveniva ai tempi della Lanerossi. Il comune deve rassegnarsi a diventare un dormitorio o può ambire ad essere polo di servizi per i comuni circostanti? Se la risposta è quest’ultima allora la costruzione dell’auditorio è fondamentale a promuovere il ruolo della città. Per inciso, anche la presenza di un distaccamento di Polizia Locale promuove Piovene Rocchette come polo di servizi; tuttavia attualmente il suo ruolo sovracomunale è ridotto. Ne riparleremo.

(4) Nelle elezioni precedenti invece Marta Panozzo è stata candidato sindaco e tra i consiglieri 5 su 16 erano donne (inferiori a 1/3 comunque).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...