Accogliamo le Idee

cultura e società

Valle dell’Astico: i movimenti quotidiani


Come si muovono le persone lungo la valle dell’Astico?

Questa la domanda formulata nello scorso articolo.

Estratto scheda censimentoPer quanto riguarda i movimenti pendolari possiamo rifarci all’ultimo censimento della popolazione (2011).

Dai dati raccolti l’ISTAT ha elaborato una matrice Origine/ Destinazione con un’insieme gigantesco di dati relativi a 28.871.477 persone organizzati in una tabella lunga 4.876.242 righe.

Ogni riga ci dice quante persone escono da un comune ed entrano in un’altro ogni giorno e ci dice se i movimenti avvengono per motivi di studio o di lavoro.

Cansimento matrice ODCon un po’ di fatica abbiamo estratto i dati relativi a

  • tutti i comuni della valle
  • i comuni esterni alla valle che presumibilmente ne utilizzano le strade per i loro spostamenti quotidiani, ad esempio coloro che da Valdagno vanno ad Asiago o coloro che da Roana vanno a Marano Vicentino.

Pendolarità in uscita

Quante persone si muovono con movimenti pendolari? Ecco la statistica comune per comune.

Valle Astico pendolarità in uscita.png

Una massa di oltre 10.000 persone esce di casa ogni giorno per recarsi al luogo di lavoro o studio, si tratta di una percentuale che oscilla poco sopra o poco sotto il 50% della popolazione residente.

Molti però escono di casa solo per attraversare la strada e andare nell’ufficio o nella scuola di fronte, per cui è più conveniente calcolare solo le persone che si muovono al di fuori del proprio comune.

Valle Astico pendolari uscita fuori comune.png

Sappiamo dunque che su circa 11.000 pendolari ben 5.000 si muovono all’interno del proprio comune. Sono gli altri pendolari (circa seimila) che, muovendosi da un comune all’altro, generano il traffico.

Pendolarità in entrata

Possiamo valutare anche quante persone “entrano” quotidianamente in  un comune. Con questo grafico si misura indirettamente quanti posti di lavoro o di studio sono presenti all’interno di ciascun comune.

Valle Astico pendolari in entrata.png

Come si vede questo grafico differisce sostanzialmente da quello precedente, al primo posto non è Piovene Rocchette con i suoi 8.000 abitanti, ma il comune di Velo D’Astico con i suoi scarsi 3.000 abitanti. Qui si vede l’importanza di un distretto manifatturiero: il settore meccanico siderurgico di Seghe di Velo che ha una competitività sul mercato internazionale.

Panoramica valle Astico.jpg

Visione panoramica della valle dell’Astico: a sinistra Arsiero, a destra Cogollo dC, in basso Velo dA, in centro la zona industriale di Seghe di Velo

Attrattività

Confrontando le entrate e le uscite possiamo caratterizzare i comuni in due categorie:

  • quelli dove risiedono lavoratori e studenti
  • quelli dove lavorano/studiano lavoratori e studenti

Valle Astico saldo pendolari.png

Come si vede il saldo pendolari è negativo per tutti i comuni con due eccezioni:

  • Arsiero dove il numero delle persone che escono si equilibra con quelle che entrano
  • Velo ‘Astico che attrae più persone di quelle che escono.

Se noi consideriamo la valle dell’Astico come un unico ambito, togliamo dunque dal conto tutti i movimenti interni (es. da Posina ad Arsiero) i risultati globali sono:

  • In entrata da comuni esterni alla valle 1795 persone
  • In uscita verso comuni esterni alla valle 4.561 persone

L’intera valle dell’Astico ha dunque un deficit di 2.766 persone, circa il 12% dei residenti. Si conferma che la valle dell’Astico è prevalentemente luogo di residenza che non luogo di lavoro/studio.

La mappa degli spostamenti

Arriviamo ora ad un tema molto importante: lungo quali strade si muovono i 6.000 pendolari giornalieri della valle e gli altri provenienti da comuni esterni?

Non sappiamo quali strade effettivamente usano le persone, se prima di andare al lavoro passano a salutare la nonna in un’altro comune o se tornando a casa fanno una deviazione. Tuttavia è probabile che nei tragitti quotidiani facciano due scelte:

  • cercano il percorso più breve
  • cercano il percorso che costa meno (evitano le strade a pedaggio)

Conoscendo Origine e Destinazione è possibile stimare con buona sicurezza il traffico stradale. Per questo abbiamo costruito un grafo stradale.Grafo strade Valle Astico

Ogni strada è stata identificata con un’asta e a ogni asta  viene attribuito il traffico pertinente. Ed ecco il risultato.

Valle Astico pendolarità.png

L’asta più percorsa è quel tratto dove le SP 349 (Thiene-Asiago) e la SP350 (Schio-Trento) si affiancano e sovrappongono, è un tratto tutto interno al comune di Piovene Rocchette e coincide con via Gorizia.

Valori elevati si riscontrano lungo la SP 350 nel tratto Arsiero-Cogollo-Piovene e nel tratto tra Piovene e Santorso. Ecco rappresentati i dati su mappa.

Mappa pendolarita.JPG

Se consideriamo la valle dell’Astico come un unico aggregato 6.356 persone si muovono da e verso l’esterno, a questi pendolari vanno aggiunti i movimenti interni tra i comuni della valle.

Strade pericolose

La pericolosità delle strade è legata alla quantità di traffico ma anche al mescolarsi di tipi di traffico diverso. Quando il traffico di attraversamento (con buona componente di traffico pesante) si interseca con il traffico pedonale e ciclabile e con il traffico locale, aumenta la pericolosità della situazione.

Questo viene confermato dall’andamento degli incidenti. La mappa sottostante illustra la situazione.

Valle Astico incidenti.jpg

Come si vede il 69% degli incidenti stradali di tutta la valle dell’Astico si concentra nei due comuni di Cogollo e Piovene dove si somma un elevato volume di traffico con l’intersezione di traffici diversi.

Attenzione

Mezzi di locomozioneNelle mappe soprastanti non abbiamo conteggiato le vetture che passano, ma le persone, persone che possono muoversi in corriera in gruppi di 50 oppure di 5, in bicicletta, a piedi, in moto oppure in auto.

Per conoscere il numero di automezzi che passa per le strade bisogna raccogliere altri dati, ma questo lo vedremo la prossima volta.

 


Nota di metodo

L’individuazione dei percorsi Origine Destinazione sconta una certa imprecisione a livello comunale. Non sappiamo infatti l’origine esatta o la destinazione esatta del movimento (per quanto riguarda Piovene non sappiamo se il pendolare parte da Rocchette o dal Grumello; per Cogollo non sappiamo se uno parte da Schiri o da Mosson; ecc.) dobbiamo pertanto scegliere un baricentro comunale e da lì far partire/arrivare tutti i movimenti. Alcuni transiti potrebbero essere più correttamente attribuiti a una strada invece che a un’altra, fermo restando che il numero complessivo non cambia.

Informazioni su accogliamoleidee

2 commenti su “Valle dell’Astico: i movimenti quotidiani

  1. Pingback: Valle dell’Astico: come ci si muove | Accogliamo le Idee

  2. Pingback: Valle dell’Astico: il traffico | Accogliamo le Idee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: